Bonus
Bonus

I bonus INPS per le famiglie con un Isee basso, sono stati predisposti anche per il 2022. Si tratta di misure volte ad aiutare chi si trova in difficoltà economica. In questo articolo sintetizziamo quali sono i principali provvedimenti e i requisiti base per accedervi.

Bonus INPS 2022 legati ai figli

Vediamo quali sono per il 2022 i bonus INPS legati ai figlie e per le famiglie con un reddito basso.

  • Bonus asilo nido: diretta alle famiglie con bambini fino a tre anni che hanno patologie croniche, questa agevolazione Inps (fino a 3000 euro l’anno) non è legata all’Isee, ma è destinata ai nuclei familiari con redditi inferiori a 20mila euro.
  • Assegno di maternità: l’importo viene stabilito in base all’Isee del nucleo familiare e all’indice Istat dei prezzi al consumo.
  • Bonus terzo figlio: spetta a chi è in attesa di un bambino e ha già due figli minorenni.
  • Carta acquisti 2022: è un incentivo per le famiglie in cui sono presenti bambini fino a 3 anni o anziani dai 65 anni in su, e allo stesso tempo hanno un Isee basso. La carta di pagamento elettronica può essere utilizzata per spese sanitarie o alimentari, bollette di luce e gas e ha un importo mensile di 40 euro. 

Altri bonus legati al reddito e all’Isee

Abbiamo per il 2022, una serie di altri bonus e misure a favore di chi ha un reddito basso.

  • Bonus casalinghe diretto agli enti di formazione per l’erogazione di corsi di formazione gratuiti a chi non ha un lavoro, così da acquisire le competenze necessarie per ottenerlo.
  • Assegno sociale è a favore dei cittadini con Isee basso o i rifugiati politici o gli stranieri che hanno regolare permesso di soggiorno. L’importo è di 467,65 euro al mese.
  • Assegno emergenziale/integrativo: spetta a chi ha perso il lavoro e aveva un contratto non regolato dalla normativa in materia di integrazione salariale. La misura serve a integrare o prolungare l’importo dell’indennità di disoccupazione ed è a favore di chi non rientra tra i bonus erogati direttamente dall’Inps.
  • REI, reddito d’inclusione: anche questo provvedimento è a favore di chi ha un Isee basso e consiste in una carta elettronica. Spetta alle famiglie con disabili, minorenni, disoccupati con più di 55 anni e donne incinte.
  • Bonus Inps di 1.000 euro per lavoratori fragili: l’importo è una tantum e viene elargito ai lavoratori dipendenti del settore privato, che hanno un’assicurazione economica di malattia registrata presso l’Inps, sono stati assenti per almeno un mese dal lavoro nel 2021 e non hanno usufruito dell’indennità del decreto Cura Italia.
  • Esenzione ticket: non si tratta di un vero bonus e soprattutto non è elargito dall’INPS. Ma è una misura prevista per chi ha un Isee compreso tra 8.263,31 euro e 11.362,05 euro, è disoccupato con familiari a carico.