concorso secondaria
concorso secondaria

Sono passati quasi due anni dalla pubblicazione del bando relativo al concorso ordinario per l’immissione in ruolo nella scuola secondaria: sulla Gazzetta Ufficiale possiamo finalmente leggere il nuovo bando con le modifiche introdotte dal Decreto Sostegni Bis. Dopo tutto questo arco di tempo, molti precari interessati si chiedono se hanno inoltrato correttamente la domanda di partecipazione e corrisposto la somma prevista. Come fare quindi a controllare che tutto sia andato a buon fine?

Presto partiranno le procedure per l’espletamento del concorso ordinario per la scuola secondaria

Il Ministero dell’Istruzione ha dato finalmente avvio al concorso ordinario bandito nel 2020 per l’assunzione in ruolo nella scuola secondaria: avvio avvenuto dopo una lunghissima attesa dovuta al rinvio della procedura a causa dell’emergenza sanitaria. Adesso sarebbe tutto pronto per lo svolgimento delle prove, sperando che la pandemia non costringa ad un ulteriore slittamento.

I docenti aspiranti al ruolo nella scuola secondaria, con i requisiti richiesti, hanno dovuto presentare domanda di partecipazione entro il 31 luglio 2020: facendo riferimento al bando del 2020, infatti, non sarà possibile inserire nuove richieste, ad eccezione delle classi di concorso STEM, per le quali tuttavia occorre aspettare la pubblicazione del relativo bando.

In tutto questo grande arco temporale, molti docenti potrebbero avere il timore di non aver presentato correttamente la propria domanda di partecipazione, o hanno il dubbio di non aver pagato la tassa richiesta, non trovando la ricevuta. Come fare a stare tranquilli e concentrarsi solo sulle ultime settimane di studio?

Come controllare se la domanda di partecipazione è stata inviata correttamente

Per fugare ogni dubbio, l’interessato può entrare su Istanze Online e accedendo tramite spid alla propria Area Riservata, cliccare su Archivio presente a sinistra dell’home page personale: qui infatti vi è un elenco con tutte le ultime procedure effettuate, suddivise per anni. La domanda di partecipazione al concorso dovrà pertanto comparire nell’elenco.

Nello stesso tempo, quando il candidato ha inoltrato la domanda, il sistema ha inviato il relativo documento in formato PDF agli indirizzi di posta elettronica inseriti nella stessa richiesta, l’email istituzionale e/o privata. Ricordiamo che ogni docente ha potuto presentare istanza di partecipazione per al massimo 4 procedure concorsuali, tra posti comuni e sostegno, per in tutto due classi di concorso, una per la secondaria di I grado e una per quella di II grado.

L’accettazione delle domande avviene con riserva: ciò vuol dire che gli USR in cui l’aspirante ha presentato richiesta dovranno controllare che questo abbia tutti i requisiti previsti dal concorso e dichiarati, pena l’esclusione immediata.

Come controllare se si è effettuato il pagamento

Per partecipare al concorso, inoltre, gli aspiranti hanno dovuto pagare un contributo di 10 euro tramite bonifico bancario o con il sistema “Pago in rete”: accedendo all’area riservata si potrà constare l’avvenuto pagamento. Si ricorda che occorre portare con sé ed esibire la ricevuta il giorno in cui si effettuerà la prova scritta.