Il governo Draghi sta preparando il nuovo DPCM sulle eccezioni legate all’esibizione del Green Pass in Italia. Dovrebbe essere pubblico oggi. Le anticipazioni già hanno dato una chiara idea delle uniche attività concesse a chi non possiede la certificazione verde. Poche e legate alle necessità. Il sottosegretario alla Salute Pier Paolo Sileri spiega: “Tutto partirà dal 1° febbraio; sarà non solo resa nota la lista, ma spiegata ulteriormente la bontà di quello che stiamo facendo per convincere le persone ancora indecise“.

Green Pass, dove diventa obbligatorio da oggi 20 gennaio

Ma in alcune attività, l’obbligo del Green Pass base comincia oggi 20 gennaio. Per accedere a parrucchieri ed estetisti, banche e uffici postali sarà necessario esibire la certificazione verde da oggi.

Dal primo febbraio, invece, sarà necessario anche in uffici pubblici e attività commerciali, come i grandi centri commerciali (dove dovrebbero restare esclusi gli esercizi contenuti nella lista del DPCM atteso oggi).

Dove non sarà necessaria la certificazione verde

Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi, circolano indiscrezioni su alcune novità circa le ‘esenzioni’ da obbligo di green pass previste nel DCPM.

Tra le novità ci sarebbe l’ingresso libero alle poste per il ritiro della pensione, ma non per altri servizi. In quanto alle tabaccherie, le notizie sono contrastanti. C’è chi dice che sarebbe impossibile un controllo del green pass in questi esercizi, a causa dell’alto numero di persone che ogni giorno vi accede. Ma c’è anche chi dice che saranno escluse.