Nota N. 78 del Ministero dell'Istruzione del 20 gennaio
Nota N. 78 del Ministero dell'Istruzione del 20 gennaio

Sistema integrato ‘0-6 anni’, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota N. 78 del 20 gennaio 2022 avente come oggetto ‘ Interventi strategici per la realizzazione del sistema integrato “zerosei”. Indicazioni operative per formazione del personale’. L’amministrazione centrale, facendo seguito alla Nota N. 37637 del 30 novembre 2021, fornisce alcuni suggerimenti per la realizzazione di percorsi formativi collegati ai nuovi documenti per il sistema integrato ‘0-6 anni’.

Sistema integrato ‘0-6 anni’, indicazioni operative per la formazione del personale, Nota Ministero Istruzione N. 78 del 20 gennaio

Nella Nota in questione si legge quanto segue: ‘I predetti percorsi saranno organizzati dagli Uffici scolastici regionali, con il coinvolgimento delle Scuole Polo per la formazione che utilizzeranno, a tali fini, quota parte delle risorse finanziarie assegnate per le priorità nazionali. Com’è noto, con il decreto ministeriale 22 novembre 2021, n. 334 sono state adottate le Linee pedagogiche per il sistema integrato zerosei e il 6 dicembre scorso, con un evento organizzato in occasione del 50° anniversario della legge 1044 istitutiva dei nidi, è stato presentato il documento base Orientamenti nazionali per i servizi educativi per l’infanzia, attualmente sottoposto a consultazione pubblica mediante audizioni organizzate dall’Amministrazione centrale e un questionario on line. 

I predetti documenti – che, insieme con le Indicazioni nazionali per il curricolo del 2012 e i Nuovi scenari del 2018, costituiscono il quadro di riferimento per il sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita ai sei anni – sono stati elaborati dalla Commissione nazionale per il Sistema integrato, istituita ai sensi dell’articolo 10 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65.

Lo scorso anno sono stati organizzati numerosi incontri di informazione e formazione sulla materia di cui trattasi. Necessita ora progredire nei percorsi formativi, approfondendo tematiche trasversali fra 0-3 e 3-6, come pure questioni educative e didattiche più specificamente correlate allo 0-3. Quest’ultimo costituisce un segmento che non è di diretta “gestione” statale. Il legislatore ha comunque previsto una serie articolata di competenze dello Stato, anche in ottica di continuità verticale. Fra queste, la promozione di azioni mirate alla formazione del personale del Sistema integrato di educazione e di istruzione (art. 5 d.lgs. 65/2017) e una stretta collaborazione tra il personale docente (3-6) e quello educativo (0-3). 

Formazione, per quanto possibile, congiunta

La formazione degli operatori dei segmenti 0-3 e 3-6, componenti il sistema integrato zerosei, – come evidenziato nello schema di deliberazione del Piano di azione nazionale pluriennale – va rivolta congiuntamente, per quanto possibile, al personale docente e al personale educativo. Così da costruire concretamente il “lessico comune” e la “continuità verticale” richiamati dalle Linee pedagogiche e dal documento base degli Orientamenti nazionali.

Le Scuole Polo, cui gli Uffici di ambito territoriale assicureranno la necessaria collaborazione, informeranno gli Enti locali del territorio (che gestiscono direttamente o indirettamente, autorizzano/accreditano i servizi educativi per l’infanzia e vigilano sulla qualità degli stessi) e le principali organizzazioni degli enti gestori delle scuole dell’infanzia paritarie.

Questo per consentire il più possibile la partecipazione del personale educativo e docente ai percorsi stessi. Rafforzando in tal modo anche le necessarie collaborazioni e relazioni interistituzionali. Delle iniziative formative è utile siano pure informati i costituendi Tavoli paritetici, di cui allo schema del nuovo Piano d’azione nazionale pluriennale. 

Alcuni possibili temi trasversali oggetto di moduli formativi

Unitamente agli approfondimenti dei contenuti di Linee pedagogiche e Orientamenti educativi, potrebbero essere oggetto di moduli formativi dedicati alcuni temi trasversali, quali ad esempio: 

– sviluppo tipico e atipico del bambino in età compresa tra i tre mesi e i sei anni; 

– continuità orizzontale, relazione con le famiglie e contesto; 

– continuità verticale nella costruzione di un percorso comune e condiviso; 

– curricolo nel rapporto tra Orientamenti educativi e Indicazioni nazionali; 

– osservazione, progettazione, documentazione, valutazione, autovalutazione; 

– organizzazione contesti educativi inclusivi (spazio, tempo, arredi, materiali, supporti, gruppi, …); 

– ruolo delle tecnologie digitali per la sana crescita dei bambini nei contesti educativi e famigliari. 

Modalità organizzative della formazione

Alcuni moduli formativi potrebbero essere rivolti a specifiche professionalità (coordinatori pedagogici/referenti zerosei, collaboratori del dirigente/funzioni strumentali, dirigenti scolastici, …). Altri invece potrebbero essere svolti con approcci laboratoriali, con il modello della ricerca-azione oppure ancora con scambio di buone prassi di continuità educativa verticale.

Per accrescerne la valenza formativa, si suggerisce il coinvolgimento diretto dei corsisti nella condivisione di materiali, documentazione, percorsi attivati in sezione in relazione agli input offerti dai formatori. In relazione all’attuale emergenza sanitaria, si potrebbero organizzare webinar per aspetti più teorici, in modo da ampliare al massimo la platea del personale partecipante; approfondimenti potrebbero essere invece realizzati con formazione in presenza, per gruppi più ristretti, e blended.

Si propone quindi una formazione zerosei “agita”, in cui confrontarsi sulla concretezza di ciò che avviene nei contesti educativi, con scambi di esperienze e discussione e confronto sulla documentazione prodotta. In merito ai formatori, utile il coinvolgimento accademico (docenti, ricercatori, tirocinanti), come pure delle associazioni professionali riconosciute dei docenti, al fine di favorire l’arricchimento reciproco tra conoscenze teoriche, esperienze professionali, pratiche quotidiane. Le Direzioni Generali per gli ordinamenti scolastici e per il personale scolastico sono a disposizione per affiancare gli Uffici scolastici regionali nella realizzazione dei percorsi descritti. 

Tenere mente e sguardo fissi sulla rotta

La costruzione del sistema integrato zerosei, nella prospettiva di un futuro curricolo educativo, scolastico e formativo articolato eppure unitario, rappresenta “la” sfida, per il sistema educativo di istruzione e formazione. Nella consapevolezza della necessità di una visione olistica del cammino di crescita di ciascun essere umano. Alla ricerca permanente di strategie finalizzate a consentire ad ogni studente, nella specifica realtà e in relazione alle potenzialità, la personale forma di eccellenza cognitiva. Una rotta non facile, certo, da mantenere con tenacia e costanza. La formazione in servizio del personale educativo e docente rappresenta una delle leve principali per consentire di “mantenere la rotta”. 

NOTA