Stipendio supplenti
Stipendio supplenti

I supplenti senza stipendio sono una questione ancora irrisolta. Dopo le tante denunce ricevute, la FLC CGIL ha sollecitato al Ministro Bianchi la risoluzione ‘al grave problema del mancato pagamento e della regolarizzazione mensile degli stipendi ai supplenti docenti ed ATA‘. Con una lettera a firma di Francesco Sinopoli, viene chiesto al ministro di intervenire immediatamente.

Supplenti docenti e ATA: vogliono gli stipendi arretrati

La situazione di insolvenza da parte dello Stato nei confronti dei supplenti della scuola, si ripete continuamente. Molti precari lamentano il mancato pagamento persino dello stipendio di ottobre. E sebbene il Ministero affermi che la copertura finanziaria c’è, questi lavoratori di fatto lavorano gratis da mesi. Un fatto ‘inaccettabile e indignitoso’.

Il sindacato, visto il perdurare di questi ritardi e in attesa che la situazione si regolarizzi, offre assistenza legale ai lavoratori per ricorrere al giudice tramite la presentazione di un ricorso per decreto ingiuntivo.

Lettera della FLC CGIL al ministro Bianchi

Di seguito il testo della lettera che il sindacato ha inviato ieri al ministro e al Capo Dipartimento per le Risorse umane e finanziarie.

Roma, 20 gennaio 2022
Prot. 17/2022 FS/SC-stm
Al Ministro dell’Istruzione Prof. Patrizio Bianchi
Al Capo Dipartimento per le Risorse umane e finanziarie
Dott. Jacopo Greco Ministero dell’Istruzione
 

Oggetto: Richiesta intervento urgente per consentire in tempi brevi il pagamento degli stipendi ai supplenti temporanei.

La scrivente organizzazione sindacale, in considerazione del perdurare delle gravi criticità dovute all’inammissibile ritardo nel pagamento dei contratti di supplenza breve e saltuaria, relativi all’a.s. 2021/2022, chiede un intervento urgente al fine di ottenere la liquidazione dei ratei stipendiali tuttora insoluti. In effetti, anche quando codesta amministrazione trasferisce sui POS le spettanze, i pagamenti accumulano, ciò nonostante, ritardo su ritardo. Tale fatto è da ascrivere ad una mancata stringente interlocuzione con NoiPA: situazione che andrebbe risolta definitivamente nell’interesse dei lavoratori, ma anche della medesima amministrazione per una sua piena e soddisfacente funzionalità.

Al momento, la situazione di insolvenza nel pagamento delle supplenze continua a perdurare su un importante numero di contratti e questo sta producendo, come per tutto lo scorso anno scolastico, una grave situazione di disagio da parte dei supplenti che devono anticipare le spese per mesi e che devono spostarsi anche di molti chilometri dalla loro residenza per raggiungere la sede di servizio.

In attesa di un cortese e sollecito riscontro, l’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.

Il Segretario generale FLC CGIL
Francesco Sinopo