alunni con disabilità
alunni con disabilità

Il rientro in classe dopo le vacanze di Natale, in piena quarta ondata pandemica, ha costretto tanti alunni alla didattica a distanza o alla didattica integrata. In attesa di nuove probabili indicazioni sulla gestione della quarantena in caso di studenti positivi, arriva una nota ministeriale che garantisce le lezioni in presenza per gli alunni con disabilità e BES.

Agli alunni con disabilità e BES si garantiscono le lezioni in presenza

Il ministro Bianchi ha voluto con fermezza che gli studenti potessero far ritorno tra i banchi dopo le vacanze di Natale: l’obiettivo del governo è stato, infatti, la scuola aperta, in presenza e sicura. Tuttavia, ad oggi sono molte le classi in DAD o gli alunni che devono seguire le lezioni con la didattica integrata: dal Ministero si attendono nuove possibili misure per semplificare il sistema della quarantena previsto, introducendo probabilmente una distinzione tra vaccinati e non.

Nel frattempo, una nota ministeriale di ieri, 21 gennaio 2022, firmata congiuntamente da Jacopo Greco, Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, e da Giovanni Rezza, Direttore Generale della prevenzione sanitaria, garantisce le lezioni in presenza per gli alunni con disabilità e BES: infatti, nonostante nell’anno 2020/21, in base a dati ISTAT, si sia registrata una maggiore partecipazione alla dad da parte degli studenti certificati, da Viale Trastevere arrivano indicazioni per assicurare lo studio in presenza. La nota, infatti, ha come oggetto “attività didattica in presenza – misure per alunni con disabilità e bisogni educativi speciali nelle classi in dad/ddi”.

Indicazioni riportate dalla nota

La nota specifica che nei casi in cui si è attivata la DAD, agli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali la scuola deve garantire le lezioni in presenza, ogni volta in cui ciò risulta possibile e in condizione di massima sicurezza. Nell’ottica di un effettiva integrazione e inclusione, la nota precisa che occorre assicurare il collegamento telematico con la restante parte della classe che in quel momento si ritrova in DAD.

Il Ministero indica anche le condizioni per cui si potranno effettuare lezioni in presenza per i suddetti alunni: occorre che i genitori diano il consenso, gli studenti non devono essere positivi e presentare sintomi, sia il personale che gli alunni devono indossare le FFp2 (salvo una specifica esenzione). Inoltre, occorre garantire un adeguato distanziamento interpersonale, pari a due metri durante la consumazione dei pasti.

TESTO NOTA