Decreto USR Lazio N. 85 del 3 febbraio 2022.pdf
Decreto USR Lazio N. 85 del 3 febbraio 2022.pdf

Nuove immissioni in ruolo, l’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio ha pubblicato il Decreto N. 85 del 3 febbraio 2022, all’interno della quale si comunica la ripartizione del contingente di 134 facoltà assunzionali destinabili alle immissioni in ruolo tra le province ripartite per classi di concorso.

Immissioni in ruolo, Decreto N. 85 dell’USR Lazio: ripartizione provinciale nuovo contingente (134 assunzioni)

Nel Decreto in questione, l’USR Lazio comunica la disponibilità di un contingente di 134 facoltà assunzionali destinabili alle immissioni in ruolo di cui all’articolo 1, comma 9-ter, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito con modificazioni dalla legge 23 luglio 2021, n. 106: tale contingente è ripartito tra i gradi di istruzione, le classi di concorso e le province come da Allegato 1, che costituisce parte integrante del provvedimento. 

Le immissioni in ruolo sono rivolte agli aspiranti inseriti nelle graduatorie di cui all’articolo 1, comma 9, lettera b), del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito con modificazioni dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, per le classi di concorso B015, A018, A040, B003, A057, ADSS, A061, AC56, AJ56, A051 e AI56

Agli aspiranti è offerto, nell’ordine di graduatoria, tenuto conto dei criteri di priorità e precedenza e nel limite delle facoltà assunzionali di cui al comma 1, un contratto a tempo indeterminato nella regione Lazio per la relativa classe di concorso, con decorrenza giuridica dal primo settembre 2022 ed economica dalla medesima data o, se posteriore, dalla data di effettiva presa di servizio. 

Gli aspiranti scelgono i posti tra quelli disponibili per le relative classi di concorso, di cui all’Allegato 2, che costituisce parte integrante del provvedimento. Le procedure di nomina in ruolo sono espletate in presenza, dagli Ambiti territoriali provinciali, secondo la competenza indicata dal proprio decreto 6 ottobre 2020, n. 1176.

DECRETO E ALLEGATI (TABELLE)