certificazione unica
Certificazione Unica

È stata approvata ufficialmente la Certificazione Unica 2022 da parte dell’Agenzia delle Entrate per i redditi relativi al 2021. Vediamo subito cosa cambia all’interno del nuovo modello, dove è possibile trovarlo e come trasmetterlo. Ecco tutte le istruzioni utili: la guida completa.

Certificazione Unica 2022: tutte le novità

Come abbiamo anticipato, l’Agenzia delle Entrate ha approvato ufficialmente il modello relativo alla Certificazione Unica 2022, scaricabile nella propria area riservata Inps. La Certificazione Unica (CU) è un documento che i datori di lavoro devono obbligatoriamente compilare e trasmettere allo stesso Ente entro e non oltre il 16 marzo 2022.

In più, sempre entro questa data, la Certificazione deve essere rilasciata ai lavoratori dipendenti al fine di provvedere alla propria dichiarazione dei redditi. Ad ogni modo, per quanto riguarda le novità, forze armate e forze di sicurezza in genere vedranno riconfermato l’aumento a 609,50 euro della riduzione dell’imposta.

A ciò si aggiungono, inoltre, le nuove agevolazioni per il TFR nel caso di:

  • cooperative costituite da lavoratori provenienti da aziende in crisi;
  • prestazioni riguardanti i Fondi di solidarietà bilaterale del credito ordinario, credito cooperativo e di Poste Italiane Spa.

Infine, nelle nuove Certificazioni Uniche si troveranno anche gli emolumenti relativi all’anticipazione della Naspi.

Modalità di trasmissione

La CU, come abbiamo detto, deve essere inviata entro il 16 marzo 2022 in modalità telematica, secondo le seguenti modalità:

  • tramite il soggetto che deve effettuare la comunicazione;
  • tramite un intermediario abilitato.

Per quanto riguarda, invece, la trasmissione delle certificazioni di redditi esenti o non dichiarabili tramite dichiarazione dei redditi precompilata la data da tenere a mente è il 31 ottobre 2022. Vale dire la scadenza del modello 770.