alunna con sostegno
sostegno

Arriva una buona notizia per tutti i docenti precari inseriti nelle Graduatorie Scolastiche Provinciali per le supplenze sul sostegno: anche per il prossimo anno scolastico 2022/23, infatti, si effettueranno assunzioni in ruolo dalla I fascia delle GPS. Ad oggi sono tantissimi i docenti impiegati sul sostegno agli alunni con disabilità che ricoprono i posti scoperti: il divario tra le cattedre di diritto e quelle in organico di fatto resta infatti sempre molto grande. Proprio su questo occorre intervenire per il MiSoS, Movimento docenti Specializzati sul Sostegno scolastico.

Assunzioni da I fascia GPS sostegno per settembre 2022

Più volte ci siamo soffermati sull’importanza che il docente di sostegno riveste nel processo di integrazione scolastica: per garantire il diritto allo studio e all’inclusione degli alunni con disabilità è fondamentale assicurare che questi vengano supportati da docenti specializzati. Occorre, pertanto, prevedere forme di reclutamento che assicurino la loro costante presenza e continuità all’interno delle classi.

In merito arriva una buona notizia: l’emendamento 5.01 al decreto Milleproroghe ha di fatto prorogato al prossimo anno 2022/23 le immissioni in ruolo da I fascia delle GPS sostegno, come richiesto dal sindacato ANIEF e prospettato dalla FLC CGIL, secondo la quale 27 mila sarebbero le cattedre da assegnare.

L’emendamento ha tenuto conto del grande bisogno che la scuola ha di docenti specializzati nell’inclusione: secondo i dati riportati dal Ministero dell’Istruzione, a settembre 2021 si sono contati 165mila posti in deroga, assegnati con supplenze fino al termine delle attività didattiche.

Il parere del MiSoS: trasformare posti in deroga in organico di diritto

Proprio su questo aspetto, cioè sul divario dei posti in deroga e quelli di diritto, occorre intervenire per Ernesto Ciraci, presidente nazionale docenti specializzati sul sostegno. In un post su Facebook, infatti ha così commentato l’emendamento in questione: “Bene la proroga dell’assunzione da prima fascia GPS Sostegno per il 2022/2023 ma il divario tra organico di diritto e organico di fatto rimane la causa principale del precariato patologico”.

Secondo Ciraci, per eliminare o drasticamente ridurre il fenomeno della supplentite nella scuola, occorre agire sulle cause che la creano, riducendo, se pur gradualmente e in termini significativi, il divario tra organico di diritto e organico. “I posti sul sostegno confermati ogni anno in via provvisoria rappresentano sostanzialmente la causa principale dell’abnorme numero di docenti precari, arrecando gravi danni in termine di continuità didattica per gli alunni con disabilità” spiega Ciraci, per il quale il governo deve trovare risorse significative.