mobilità scuola
mobilità scuola

Siamo in attesa dell’ordinanza ministeriale sulla mobilità 2022 per il personale docente, ATA ed educativo. Dovrebbe essere pubblicata nei prossimi giorni. L’Ordinanza conterrà le indicazioni e le date per la presentazione delle domande. Secondo alcune indiscrezioni raccolte nelle ultime ore, la possibile finestra temporale per la presentazione della domanda di mobilità potrebbe essere dal 28 febbraio al 15 marzo 2022. Ma prima di darla per certa, aspettiamo conferme.

Docenti: chi può presentare domanda e chi no

Possono presentare domanda di mobilità per l’a.s. 2022/23 tutti i docenti assunti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato (compresi i neo immessi in ruolo l’1/9/2021) anche con assunzione solo giuridica.

Non possono presentare domanda di mobilità per l’a.s. 2022/23:

  1. I docenti che l’1/9/20 o l’1/9/21 hanno ottenuto il trasferimento o il passaggio di cattedra o di ruolo in una scuola indicata con il codice puntuale oppure all’interno del comune di titolarità (in quest’ultimo caso indipendentemente dal codice utilizzato come preferenza); perché sono soggetti al vincolo triennale per scelta puntuale di scuola o per scuole all’interno del proprio comune di titolarità.
    Il vincolo non si applica:
    a) ai docenti beneficiari delle precedenze di cui all’articolo 13 e alle condizioni ivi previste, nel caso in cui l’1/9/2020 o l’1/9/2021 abbiano ottenuto la titolarità in una scuola fuori dal comune o distretto sub comunale dove si applica la precedenza;
    b) ai docenti trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata l’1/9/2020 o l’1/9/2021, ancorché soddisfatti su una preferenza espressa.
  2. Docenti I Fascia GPS: sono esclusi dalla procedura di mobilità, e di conseguenza non potranno presentare alcuna domanda, tutti i docenti individuati dalla I fascia delle Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS – materia o sostegno) a seguito della procedura prevista dal decreto “Sostegni bis”.

Novità della mobilità 2022/23

Docenti assunti nell’as 2019/20: hanno il vincolo di tre anni. Possono presentare domanda di trasferimento anche interprovinciale. Il nuovo vincolo triennale sarà per chi ottiene una sede dopo il trasferimento.

Docenti assunti nell’as 2020/21: anche loro potranno presentare domanda per il prossimo triennio (solo quest’anno), e avranno la possibilità di presentare domanda di trasferimento dopo soli due anni di permanenza nella provincia di assunzione (contro i cinque previsti inizialmente). Il prossimo anno scolastico saranno svincolati dal vincolo triennale, e avranno di nuovo la possibilità di ripresentare la domanda, qualora non siano stati soddisfatti quest’anno. Se saranno soddisfatti in una delle sedi richieste, anche per loro scatta il nuovo vincolo triennale

Docenti assunti nell’as 2021/22: potranno presentare domanda di trasferimento provinciale e/o interprovinciale. Se ottengono la sede scelta, scatta il nuovo vincolo triennale. Se non ottengono trasferimento o non presentano domanda, restano nella sede di immissione in ruolo e non potranno presentare domanda per i prossimi due anni.

La scheda UIL scuola con tutti i dettagli.