Ucraina-Russia
Ucraina-Russia

Questa notte la Russia ha attaccato l’Ucraina. Il presidente Putin, in un messaggio televisivo, ha spiegato di aver autorizzato “un’operazione speciale” per “smilitarizzare il Paese” e “proteggere il Donbass”. Poi ha minacciato il resto del mondo. Se “qualcuno interferisce”, ha avvisato, “ci saranno conseguenze mai viste”. L’Europa è col fiato sospeso, in attesa di capire come si evolve la situazione.

Crisi Ucraina, Biden incontra gli alleati nel G7

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha incontrato oggi pomeriggio (ora italiana) i Paesi alleati del G7 allo scopo di definire misure severe contro la Russia, dopo il suo attacco all’Ucraina. L’incontro virtuale è attualmente in corso e per l’Italia partecipa il presidente del Consiglio Mario Draghi. Biden ha anche annunciato una conferenza stampa, che si terrà alle 19.30 ora italiana, in cui probabilmente saranno date informazioni sulle decisioni prese.

La Russia ha già detto che risponderà con “inevitabili atti di rappresaglia” a quelle che definisce sanzioni “illegittime” dell’Unione europea e sottolinea che già l’UE era stata avvisata.

Le sanzioni contro Mosca saranno innanzitutto “finanziarie” e “colpiranno settori strategici per l’esercito e la difesa” della Russia ha spiegato un alto funzionario europeo, in vista del vertice dei leader Ue di questa sera. “Al momento” nelle misure a cui sta lavorando Bruxelles “non è incluso il settore energetico”, spiega la stessa fonte.

La Russia difende la sua posizione

I maggiori esponenti d’Europa e del mondo condannano il gesto russo. Nonostante i media parlino di guerra scatenata dalla Russia, poche ore fa la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha dichiarato: “Non è l’inizio di una guerra. E’ molto importante sottolinearlo. Stiamo cercando di prevenire sviluppi che possano sfociare in guerra globale. Questa è la fine della guerra“.

“Sarà una nuova Europa, dopo l’invasione che abbiamo visto oggi” sottolinea di contro il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, in conferenza stampa a Bruxelles. “Questa è la nuova normalità per la nostra sicurezza”.

Nel frattempo le ultime notizie dicono che i siti del Cremlino, del governo russo e della Duma risultano al momento inaccessibili, dopo che alcuni media, fra cui l’ucraino Kiev Indepdent, avevano riferito di un attacco hacker.

Oggi, molti docenti hanno scelto di sostituire la lezione con una dibattito su quanto sta accadendo nel mondo. Non è escluso che con questi avvenimenti, si stia scrivendo un nuovo capitolo della storia.