Gae
Gae

Di poche ore fa è la notizia dell’imminente decreto riguardo l’aggiornamento delle Graduatorie Ad Esaurimento (Gae). I dati parlano di circa 52.000 docenti (di tutti gli ordini e gradi) che saranno chiamati a presentare domanda.

Nessuna particolare novità è prevista, se non l’inoltro telematico. Il portale Istanze Online sarà il canale utilizzato anche per le suddette graduatorie. Per il resto sarà possibile cambiare provincia e non saranno previsti nuovi inserimenti. Solo chi non era riuscito a partecipare agli aggiornamenti precedenti, con la conseguente cancellazione, avrà diritto di reinserirsi.

Le Gae, laddove ancora esistenti, resteranno il canale da cui attingere per le assunzioni a tempo indeterminato al 50%. Quando dunque verrà aperta la finestra temporale per la presentazione delle domande di aggiornamento?

Le date proposte dal Ministero dell’Istruzione

Il Ministero dell’Istruzione ha illustrato il DM che regolamenta l’aggiornamento delle Gae, proponendo le date in cui gli aspiranti potranno presentare le relative domande. L’avvio della procedura sembrerebbe dover iniziare il 7 marzo per concludersi il 21 marzo.

I vari sindacati ne stanno chiedendo, però, lo slittamento di almeno 15 giorni per evitare i possibili intasamenti della piattaforma telematica, dato l’accavallarsi con le domande di mobilità. Nei prossimi giorni si conoscerà dunque la decisione ultima del Ministero.

Gae, durata validità e chiarimenti sul cambio provincia

Con l’aggiornamento le Gae avranno nuovamente durata triennale, prevedendo il loro prossimo rinnovo per il 2025.

In merito al cambio di provincia va precisato che gli interessati potranno non solo spostarsi in altra provincia (che potrà essere diversa da quella che poi verrà scelta in sede di aggiornamento delle Gps), ma sarà anche possibile scegliere per la I fascia delle Graduatorie d’Istituto una provincia diversa da quella delle Gae.