graduatorie interne di istituto
graduatorie interne di istituto

Ai nastri di partenza la mobilità 2022: dal prossimo lunedì 28 febbraio, infatti, gli insegnanti di ruolo interessati potranno presentare domanda di trasferimento, a seguire il personale educativo e ATA. I termini stabiliti per i movimenti del personale docente stabiliscono la tempistica entro cui si devono svolgere le procedure per l’aggiornamento delle graduatorie interne di istituto: di seguito vediamo la modalità e la finestra temporale previste per il 2022, specificando anche il termine ultimo entro cui è possibile l’inserimento di eventuali nuovi titoli.

Date per presentare e pubblicare le graduatorie interne

Nonostante le tensioni e le polemiche da parte della maggior parte dei sindacati, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato l’Ordinanza Ministeriale n.45/2022 che, facendo riferimento al nuovo CCNI 2022/25, regolamenterà la mobilità per il 2022: l’Ordinanza stabilisce le finestra temporale entro cui devono avvenire tutte le procedure relative alla mobilità docente, del personale ATA ed educativo.

Tenendo conto di queste date si stabiliscono anche i tempi entro cui dovrà svolgersi l’aggiornamento delle graduatorie interne d’istituto di tutto il personale scolastico, da cui si definiscono gli eventuali soprannumerari. Per quanto riguarda i docenti, la presentazione delle domande di trasferimento deve avvenire tra il 28 febbraio e il 15 marzo 2022 (17 maggio pubblicazione degli esiti). Gli art 19  e 21 del CCNI 2022/25 stabiliscono che il Dirigente Scolastico predisponga e pubblichi le graduatorie interne entro i 15 giorni successivi al termine ultimo di presentazione delle domande di mobilità: dal prossimo 15 marzo, quindi, le scuole devono compilare e pubblicare le suddette graduatorie, entro il 30 marzo 2022.

Modalità della procedura e termine per il conseguimento dei titoli

Tutti i docenti di ruolo devono pertanto aggiornare il proprio punteggio all’interno della graduatoria interna della scuola in cui sono titolari; se neo immessi o trasferiti da settembre 2021 devono presentare nuova domanda. La bozza al nuovo CCNI illustrata nei giorni scorsi aveva previsto la possibilità che tutta questa procedura avvenisse per via telematica: il Ministero si era riservato ancora di poter decidere in merito, non optando alla fine per il sistema on line. le domande si presenteranno quindi secondo la classica procedura cartacea. In base a quanto stabilito dal CCNI, la data del 15 marzo 2022 rappresenta anche il momento ultimo entro cui i docenti interessati possono inserire eventuali nuovi titoli conseguiti.