Nota Ministero Istruzione N. 11255 del 28 febbraio 2022
Nota Ministero Istruzione N. 11255 del 28 febbraio 2022

Sciopero scuola, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la Nota N. 11255 del 28 febbraio 2022 avente come oggetto: ‘Comparto Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola Sciopero generale nazionale proclamato per l’8 marzo 2022. Proclamazioni e adesioni. Adempimenti previsti dall’Accordo sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali del 2 dicembre 2020 (Gazzetta Ufficiale n. 8 del 12 gennaio 2021) con particolare riferimento agli artt. 3 e 10’.

Sciopero scuola per la giornata di martedì 8 marzo: Nota Ministero Istruzione N. 11255

Il Ministero dell’Istruzione, con la Nota N. 11255 del 28 febbraio 2022, comunica che, per l’intera giornata dell’8 marzo 2022, è previsto uno sciopero generale nazionale proclamato da: 

  • Slai Cobas per il Sindacato di classe; lavoratori dei settori pubblici, privati e cooperativi, con contratto a tempo indeterminato e determinato, precari e atipici; 
  • USB: tutte le categorie pubbliche e private con adesione di USB PI; 
  • Confederazione CUB: tutti i settori pubblici e privati con adesione di CUB SUR relativamente al personale del comparto istruzione e ricerca, a tempo indeterminato e determinato, nonché personale con contratto atipico; 
  • Confederazione Cobas: tutto il personale dipendente pubblico e privato con adesione dei Cobas – Comitati di base della scuola relativamente al personale docente, educativo ed ata delle scuole di ogni ordine e grado; 
  • Unione Sindacale Italiana – USI CIT (Parma): tutto il lavoro dipendente pubblico e privato; 
  • Adesione USI – LEL (Modena) allo sciopero indetto da Unione Sindacale Italiana: tutto il personale dipendente pubblico e privato; 
  • Adesione USI – Educazione (Milano) allo sciopero indetto da USI – CIT: tutto il personale dipendente pubblico e privato; 
  • SGB. Sindacato Generale di Base: tutte le categorie private e pubbliche; 
  • S.I. Cobas: tutte le categorie. 

Poiché, le azioni di sciopero sopraindicate interessano il servizio pubblico essenziale “istruzione”, di cui all’articolo 1 della legge 12 giugno 1990, n. 146, e alle norme pattizie definite ai sensi dell’articolo 2 della legge medesima, il diritto di sciopero va esercitato in osservanza delle regole e delle procedure fissate dalla citata normativa.

NOTA MINISTERO ISTRUZIONE