Supplenze

Con la bozza del nuovo regolamento delle supplenze disponibile, è possibile definire diversi dettagli, tra cui come saranno conferite le supplenze annuali e quelle fino al termine delle lezioni. L’articolo 10 è quello che dà indicazioni sulla procedura (che sarà informatizzata) e sull’assegnazione degli incarichi. Entriamo nel dettaglio con l’esame di 11 dei 13 commi di cui si compone l’articolo.

Conferimento supplenze annuali e fino al termine delle lezioni

L’articolo 10 titolato “Conferimento delle supplenze annuali e sino al termine delle attività didattiche” prevede in sintesi quanto segue (commi 1-6):

  1. Le operazioni sono effettuate con modalità informatizzata.
  2. Hanno titolo a conseguire le supplenze gli aspiranti, utilmente collocati nelle GAE e, in subordine, nelle GPS, che hanno presentato istanza finalizzata al conferimento degli incarichi con modalità telematica, attraverso il sistema informativo del Ministero.
  3. Gli aspiranti possono indicare, con preferenza sintetica o analitica, tutte le sedi di organico relative a ciascun grado di istruzione richiesto. Nel conferimento delle supplenze, le elaborazioni terranno conto delle disponibilità che si determinino fino al termine del 31 dicembre, effettivamente esistenti in relazione ai diversi turni di nomina, come registrate dall’US territorialmente competente.
  4. La mancata presentazione dell’istanza di cui al presente articolo costituisce rinuncia al conferimento degli incarichi (annuali e al termine delle lezioni) da tutte le graduatorie cui l’aspirante abbia titolo per l’anno scolastico di riferimento. Costituisce altresì rinuncia, limitatamente alle preferenze non espresse, la mancata indicazione di talune sedi/classi di concorso/tipologie di posto. Ne consegue la mancata assegnazione dell’incarico a tempo determinato dalle graduatorie per le quali sia risultato in turno di nomina per l’anno scolastico di riferimento.
  5. Sono gli uffici scolastici territorialmente competenti ad assegnare gli aspiranti alle singole istituzioni scolastiche attraverso una procedura automatizzata sulla base della posizione occupata in graduatoria. L’assegnazione dell’incarico sulla base delle preferenze espresse nella domanda comporta l’accettazione della stessa.
  6. Contestualmente alla pubblicazione delle individuazioni e delle assegnazioni degli aspiranti alle singole istituzioni scolastiche attraverso la procedura informatizzata, gli uffici pubblicano il quadro delle disponibilità sulla base delle quali si è proceduto al conferimento dei relativi incarichi.

Posti di sostegno

Ai fini del conferimento delle supplenze su posti di sostegno, sono prioritariamente scorsi gli elenchi aggiuntivi alle GAE, divisi per grado, con le seguenti specificazioni (commi 7-9):

  • per gli elenchi di sostegno per la scuola dell’infanzia e primaria, gli aspiranti sono inclusi con la medesima posizione di fascia e correlato punteggio con cui risultano inclusi nella corrispettiva GAE;
  • per gli elenchi di sostegno per la scuola secondaria di primo e secondo grado, gli aspiranti sono inclusi in base alla migliore collocazione di fascia con cui figurano in una qualsiasi GAE di scuola secondaria del relativo grado e col corrispondente punteggio.

In caso di esaurimento o incapienza degli elenchi di cui sopra, si procede allo scorrimento delle GPS di I e poi di II fascia per il sostegno per il relativo grado. In caso di ulteriore incapienza, si procede all’individuazione dell’aspirante privo di titolo di specializzazione, prima da GAE e, in subordine, delle GPS, sulla base della migliore collocazione di fascia e punteggio.

Assegnazione dell’incarico di supplenza

L’assegnazione dell’incarico rende le operazioni di conferimento di supplenza non soggette a rifacimento (comma 10). Le disponibilità successive che si determinano, anche per effetto di rinuncia, sono oggetto di ulteriori fasi di attribuzione di supplenze.

Gli aspiranti che rinunciano all’assegnazione della supplenza conferita o che non assumono servizio entro il termine assegnato, perdono la possibilità di ottenere supplenze, per tutte le graduatorie cui hanno titolo (comma 11).

Trattandosi di bozza, nel testo definitivo potrebbero essere apportate alcune modifiche rispetto a quanto indicato attualmente.