Graduatorie interne di istituto
Graduatorie interne di istituto

Le assunzioni straordinarie da GPS prima fascia dell’anno scolastico 2021/22 (in corso), hanno dato la possibilità a migliaia di docenti (circa 12mila) di essere immessi in ruolo: quando vanno inseriti nella graduatoria interna di istituto? La graduatoria interna di Istituto è compilata ai fini dell’individuazione dell’eventuale perdente posto, in caso di contrazione di organico. Vediamo chi può essere inserito e chi no.

Graduatoria interna d’Istituto: chi va inserito?

Nella graduatoria interna di istituto sono inseriti i docenti di ruolo, che fanno parte dell’organico dell’autonomia della scuola. Quindi:

  • in servizio nella scuola;
  • titolari nella scuola, ma in assegnazione provvisoria o utilizzazione in altra scuola
  • che hanno accettato rapporti di lavoro a tempo determinato, in un diverso ordine o grado d’istruzione, o per altra classe di concorso (art 36 CCNL 2007).

Ne consegue che, non sono inseriti nella graduatoria interna delle scuole i docenti:

  • a tempo determinato;
  • di ruolo in servizio nella scuola, ma in assegnazione provvisoria e utilizzazione (sono inseriti nella scuola di titolarità);
  • di ruolo titolari nella scuola interessata, che usufruiscono delle *precedenze di cui all’articolo 13, comma 1, punti I, III, IV e VII, del CCNI 2022/25, a meno che la contrazione di organico non sia tale da richiedere anche il loro coinvolgimento.

*NB le precedenze indicate sono: Disabilità e gravi motivi di salute (non vedenti; emodializzati), Personale con disabilità e personale che ha bisogno di particolari cure continuative, Assistenza al coniuge ed al figlio con disabilità; assistenza da parte del figlio referente unico al genitore con disabilità; assistenza da parte di chi esercita la tutela legale, Personale che ricopre cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali.

Docenti assunti da GPS: quando vanno inseriti?

I docenti assunti dalle GPS di I fascia ed elenchi aggiuntivi (posti comuni e di sostegno) hanno preso servizio nell’a.s. 2021/22, ma con contratto a tempo determinato. Nel corso di quest’anno, essi svolgono l’anno di formazione e prova e se lo superano, devono affrontare la prova disciplinare. Solo dopo, a partire dal 1° settembre 2022, saranno confermati in ruolo nella stessa scuola (anche se con decorrenza giuridica 1° settembre 2021 o dalla data di inizio del servizio).

Ciò significa che quest’anno tali docenti rientrano nella categoria di quelli con contratto a tempo determinato, pertanto esclusi dalla graduatoria interna di Istituto. Se saranno confermati in ruolo, a partire dal prossimo anno scolastico (2022/23) potranno anche loro far parte della graduatoria interna di Istituto.