Rossano Sasso
Rossano Sasso

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviatoci dall’Ufficio Stampa del sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Rossano Sasso.

‘All’ambasciatore ucraino assicurata tutela diritto allo studio’

«Insieme al segretario federale, Matteo Salvini, e ad una rappresentanza di parlamentari della Lega, ho incontrato questa mattina l’ambasciatore ucraino in Italia. Gli abbiamo testimoniato tutta la nostra solidarietà per il dramma che il suo Paese sta affrontando, rappresentando gli enormi sforzi che il Governo italiano e la Lega stanno facendo per ripristinare la pace. Abbiamo anche esposto all’ambasciatore il lavoro che è stato avviato per assicurare che i minori provenienti dalle zone di guerra, oltre a trovare accoglienza, possano vedersi garantito il diritto a studiare e a frequentare una scuola insieme ai loro coetanei italiani».

Lo dichiara Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione.

«Si è già costituito un gruppo di lavoro che comprende ministero dell’Istruzione, Protezione civile e Uffici scolastici regionali per dare immediate risposte ai circa 1.500 minori arrivati in questi giorni: numero che ovviamente è destinato a crescere nelle prossime settimane. Un effettivo inserimento nella nostra comunità scolastica non può prescindere dalla presenza di mediatori linguistici e di specialisti in supporto psicologico per motivi che sono di tutta evidenza. Stiamo anche valutando la possibilità di coinvolgere alcuni genitori, arrivati insieme ai minori, che in Ucraina svolgevano la professione dell’insegnante. Insomma – sottolinea Sasso – siamo pienamente operativi per tentare di assicurare a questi giovani studenti una permanenza in Italia nel segno dell’accoglienza, della solidarietà e dell’inclusione».