Lo schema di decreto del Ministro dell’istruzione recante “Regolamento concernente la costituzione delle graduatorie provinciali e di istituto“, disciplina anche le modalità di convocazione delle supplenze brevi e temporanee. L’articolo 11, dal comma 1 al comma 5, fornisce le indicazioni. Trattandosi di una bozza, il testo potrebbe ancora essere soggetto a piccole modifiche.

Supplenze brevi e temporanee: procedura e aspiranti

Per le supplenze brevi e temporanee, è previsto che possano essere convocati solo aspiranti:

  • parzialmente occupati, ai sensi delle disposizioni relative al completamento d’orario (articolo 10, comma 12, del regolamento);
  • totalmente inoccupati.

Le scuole utilizzano la procedura informatica di consultazione delle proprie graduatorie che rende verificabile la situazione di occupazione. Poi, interpellano gli aspiranti e ne riscontrano la disponibilità ad accettare o meno la proposta di assunzione, mediante procedura informatica di convocazione.

L’utilizzo della procedura è previsto per la convocazione di ogni tipologia di supplenza, tenendo conto che:

  • per le supplenze pari o superiori a 30 giorni, la proposta di assunzione deve essere trasmessa con un preavviso di almeno 24 ore rispetto al termine utile per la risposta di disponibilità da parte dell’aspirante.
  • Per le supplenze inferiori a 30 giorni, la proposta di assunzione deve essere trasmessa con un preavviso di almeno 12 ore.

E’ il dirigente scolastico ad individuare il destinatario della supplenza, in base alla disponibilità e all’ordine di graduatoria. Ottenuta la disponibilità tramite accettazione online dal destinatario, assegna il termine massimo di 24 ore per la presa di servizio effettiva, salvo i casi previsti dalla normativa vigente.

La comunicazione della proposta di assunzione

La comunicazione relativa alla proposta di assunzione deve contenere le seguenti informazioni:

  • i dati essenziali relativi alla supplenza, e cioè la data di inizio, la durata, l’orario complessivo settimanale, distinto con i singoli giorni di impegno;
  • il giorno e l’ora che costituiscono il termine perentorio entro cui deve pervenire il riscontro alla convocazione;
  • le indicazioni di tutti gli idonei contatti della scuola.

Nel caso di comunicazione multipla diretta a più aspiranti, deve contenere pure:

  • l’ordine di graduatoria in cui ciascuno si colloca rispetto agli altri contestualmente convocati;
  • la data in cui sarà assegnata la supplenza, di modo che gli aspiranti che hanno riscontrato positivamente l’offerta e non sono risultati assegnatari della supplenza possano considerarsi liberi da ogni vincolo di accettazione.

Quindi, sotto questo aspetto, nulla cambia rispetto al regolamento vecchio.

VEDI ANCHE: le modalità di conferimento delle supplenze annuali e fino al termine delle lezioni.