graduatorie interne d'istituto
graduatorie interne d'istituto

In questi giorni i docenti di ruolo sono alle prese con le domande per i trasferimenti o passaggi di ruolo/cattedra per il prossimo anno scolastico 2022/23: nello stesso tempo, tutto il personale di ruolo deve inoltrare domanda per aggiornare o inserirsi nelle graduatorie interne d’istituto della scuola in cui è titolare. I tempi di presentazione di quest’ultima istanza coincidono con quelli per la mobilità 2022: i docenti avranno tempo fino al prossimo 15 marzo. Di seguito forniamo alcuni chiarimenti in merito alla valutazione del punteggio.

Tempistica delle graduatorie interne d’istituto 2022

Come ogni anno, i docenti in ruolo devono presentare domanda per aggiornare o per inserirsi per la prima volta nelle graduatorie interne d’istituto se trasferiti in una nuova istituzione scolastica a settembre 2021: i docenti in assegnazione o utilizzazione devono inoltrare l’istanza nella scuola in cui detengono la titolarità.

Come per i movimenti legati alla mobilità 2022, il termine ultimo di presentazione delle istanze è fissato al prossimo martedì 15 marzo: questo sarà l’ultimo anno in cui gli interessati presentano le domande per via cartacea, infatti a partire dal 2023 si passerà alla modalità telematica attraverso Istanze Online. Entro il 30 marzo 2022 le scuole dovranno pubblicare le suddette graduatorie.

Punteggio per il servizio svolto in altro ruolo

In precedenza, abbiamo visto come si valuta il servizio di ruolo e svolto precedentemente: ma quali sono i punti assegnati nelle graduatorie interne d’istituto per il servizio svolto su altro ruolo? Il punteggio in questo caso varia in base al grado di istruzione in cui si è lavorato e si è inseriti. Se il docente è di ruolo nella scuola primaria, il servizio prestato nell’infanzia si valuterà 3 punti per ogni anno e per tutti gli anni. Questo avviene anche nel caso contrario, vale a dire se titolare nella scuola dell’infanzia ma con servizio maturato alla primaria.

Le cose cambiano se si passa alla scuola secondaria, sia di I che di II grado: se un docente è titolare all’infanzia o primaria ma ha lavorato nella secondaria, il servizio svolto si valuta come quello pre-ruolo. Pertanto i punti saranno 3 per  ciascuno anno entro i primi 4 anni, poi diventeranno 2 per ogni anno superiore ai 4. Non vi è differenza di valutazione per il servizio prestato tra la scuola media e la secondaria di II grado: si valuteranno sempre 3 punti per ogni anno.

Servizio scuole paritarie

Nelle graduatorie interne non è possibile valutare il servizio svolto in scuole paritarie, fatto salvo quello prestato nei seguenti casi:

  • fino al 31.8.2008 nelle scuole paritarie primarie che abbiano mantenuto lo status di parificate congiuntamente a quello di paritarie;
  • nelle scuole paritarie dell’infanzia comunali;
  • nelle scuole secondarie pareggiate (art. 360 del T.U.).