concorso ordinario
concorso ordinario

Tra pochi giorni prenderà ufficialmente avvio il concorso ordinario per la scuola secondaria di I e II grado, bandito con il DD n. 499 del 21 aprile 2020: dopo due lunghi anni di attesa causata dall’emergenza sanitaria, tutti gli aspiranti che hanno inoltrato la domanda entro il 31 luglio 2020 potranno finalmente svolgere la prova scritta prevista, a partire dal 14 marzo per finire il prossimo 13 aprile. Chi supererà lo scritto accederà all’orale: quando potrebbe svolgersi quest’ultimo esame? Di seguito alcune considerazioni sulla tempistica e chiarimenti sulla prova.

Concorso ordinario secondaria, superato lo scritto i candidati affronteranno l’orale

Mancano, ormai, pochi giorni all’avvio ufficiale del concorso ordinario, dalle cui graduatorie di merito si attingerà in parte per le immissioni in ruolo della scuola secondaria di I e II grado: in base al calendario ministeriale, relativo comunque solo ad alcune classi di concorso, il primo giorno in cui si svolgerà la prova scritta è il 14 marzo e il termine ultimo, invece, è il 13 aprile. I candidati che supereranno lo scritto dovranno sostenere l’orale (e la prova pratica per le classi di concorso per le quali si prevede): già in molti si chiedono quando sarà possibile svolgere la prova orale e i tempi disponibili per ultimare o perfezionare la propria preparazione.

Ricordiamo anche che l’orale si svolgerà nella Regione che si occupa della procedura concorsuale, quindi o quella in cui si è inoltrata la domanda o quella che a seguito di aggregazione ne diventa responsabile: sarà compito dell’USR competente inviare un’email di convocazione al candidato che supererà lo scritto, fornendo tutte le indicazioni riguardo allo svolgimento del colloquio.

Previsioni sulla possibile tempistica

Quando potrebbe svolgersi la prova orale del suddetto concorso ordinario? Chi svolgerà lo scritto tra il 14 e 15 marzo potrebbe già sostenere il colloquio orale prima delle festività pasquali? Se consideriamo che quest’anno la Pasqua si festeggerà il prossimo 17 aprile e che devono passare 20 giorni tra l’email di convocazione e la data di svolgimento della prova, la tempistica per lo svolgimento della prova orale prima delle vacanze pasquali è piuttosto stretta.

Tuttavia potrebbe verificarsi anche che alcune commissioni esaminatrici siano perfettamente in regola con i tempi e che quindi riescano ad avviare la procedura per l’espletamento dell’orale. Altro aspetto da considerare è il numero degli aspiranti che supereranno la prova scritta: se questo è cospicuo occorrerà calendarizzare più giorni per l’orale e quindi si utilizzeranno tutte le date possibili. Si presuppone che per la maggior parte dei casi, comunque, i candidati svolgeranno il colloquio successivamente la Pasqua: si spera che i tempi siano comunque contenuti, in modo tale che le graduatorie di merito possano essere utili ai fini delle immissioni in ruolo del prossimo settembre 2022.