Rinnovo CCNL scuola
Rinnovo CCNL scuola

Il comparto scuola è in attesa del nuovo contratto nazionale, o CCNL. La trattativa, al momento, sembra ferma. Con la situazione mondiale che si è complicata ulteriormente, se ne parla poco. E non si comprende bene quali siano i tempi in cui verrà avviata. A che punto siamo?

Nuovo contratto nazionale scuola: l’attesa

Secondo le indiscrezioni, l’atto di indirizzo è stato inviato all’Aran. Il prossimo passo dovrebbe essere la prima convocazione dei sindacati, che al momento non è calendarizzata. Quali sono le possibili tempistiche?

Difficile dirlo, anche se c’è chi parla addirittura di non aprire il tavolo della trattativa prima di giugno. Ciò significherebbe far slittare la chiusura del contratto a dopo l’estate.

Aumenti stipendi: ci sono novità in vista?

Sugli aumenti degli stipendi non c’è in vista nessuna novità. Tutto dovrebbe restare come anticipato dal Ministero, nonostante le forti perplessità dei sindacati. E naturalmente, degli interessati. Per capire a quanto potrebbero ammontare gli stipendi dei docenti nel 2022, possiamo calcolare approssimativamente che la somma al lordo di circa 107-120 euro (prevista attualmente), al netto potrebbe corrispondere ad un aumento tra i 50 e i 70 euro (medio).

Questa cifra va aggiunta a quella dello stipendio attuale, che potete visualizzare in queste tabelle.

I problemi restano sempre:

  • il divario retributivo incolmabile fra personale della scuola italiana e personale delle scuole europee
  • il fatto che gli stipendi del personale della scuola sono mediamente i più bassi della PA, e tali continueranno a restare con l’attuale metodo di ripartizione delle risorse (medio per tutti i comparti).

Non resta che sperare che i sindacati riescano a strappare qualcosa in più nel corso della trattativa, ma risulta abbastanza difficile crederlo.