graduatorie d'istituto
graduatorie d'istituto

La I fascia delle graduatorie di istituto si compone di tutti i docenti abilitati inseriti nelle graduatorie ad esaurimento: si ricorre a questa fascia per il conferimento delle supplenze brevi, poiché per attribuire incarichi al termine delle attività didattiche o al 31 agosto si attinge dalle GAE o GPS. Come avviene l’aggiornamento della I fascia delle graduatorie d’istituto? Di seguito cerchiamo di fare chiarezza sulla modalità della procedura e sulla tempistica che tutti i docenti inseriti nella I fascia devono seguire.

I fascia delle GI

I docenti con abilitazione inseriti nelle GAE a loro volta fanno parte della I fascia delle graduatorie d’istituto, da cui si attinge per il conferimento delle supplenze temporanee. L’aggiornamento di questa prima fascia avviene nel contesto della stessa procedura con cui si aggiornano le graduatorie ad esaurimento: il Ministero ha stabilito che gli interessati avranno tempo dalle ore 9 del giorno 21 marzo 2022 fino alle ore 23.59 del 4 aprile 2022 per inoltrare la domanda di aggiornamento o reinserimento delle GAE. Tali graduatorie avranno validità triennale, vale a dire per gli anni scolastici 2022/23, 2023/24, 2024/2025.

Il Decreto Ministeriale n. 60 pubblicato ieri 10 marzo che regolamenta le GAE disciplina anche le graduatorie della I fascia delle GI, così come si comunica: “Le medesime modalità telematiche sono previste per la presentazione della domanda di iscrizione nelle Graduatorie di istituto di I fascia tramite la scelta delle istituzioni scolastiche di una provincia, anche differente da quella di iscrizione nelle Graduatorie ad esaurimento, nei termini che saranno comunicati con successivo avviso e comunque in tempo utile per l’avvio dell’anno scolastico.

Presentazione della domanda

Per essere inclusi nella I fascia delle graduatorie d’istituto e nei corrispettivi elenchi di sostegno, gli interessati devono presentare domanda di scelta delle scuole, in cui occuperanno i relativi elenchi graduati in base al punteggio detenuto in GAE, conservandone anche gli eventuali diritti di precedenza.

Gli aspiranti dovranno presentare istanza solo per via telematica attraverso Istanze Online entro la finestra temporale che il Ministero dovrà comunicare e che gli USR dovranno pubblicare. I docenti possono inoltrare la domanda:

  • per la stessa provincia in cui sono inseriti in GAE
  • in una provincia diversa dalle GAE, ma che corrisponda con quella scelta per le GPS
  • nella provincia scelta per l’attribuzione degli incarichi brevi da GAE, per chi è inserito negli elenchi graduati ad esaurimento di due province.

Il docente interessato potrà indicare fino a 20 scuole della provincia selezionata, fatto salvo gli insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria, il cui limite è di 10 scuole, tra cui al massimo 2 circoli didattici. Chi è disposto a svolgere supplenze brevi sino a 10 giorni potrà inserire anche 2 circoli didattici e 5 istituti comprensivi.