Nota Ministero N. 3248 del 7 marzo 2022
Nota Ministero N. 3248 del 7 marzo 2022

Personale AFAM, il Ministero dell’Università e della Ricerca ha pubblicato la Nota N. 3248 del 7 marzo 2022 avente come oggetto ‘Organico anno accademico 2022/2023. Personale docente e tecnico-amministrativo’.

Personale AFAM, Nota MUR N. 3248 del 7 marzo su organico personale docente e tecnico-amministrativo

Il Ministero dell’Università e Ricerca ha provveduto a fornire le indicazioni alle istituzioni AFAM sulle eventuali proposte di modifica dell’organico o di conversione di cattedre. La nota, sostanzialmente, ricalca quanto stabilito lo scorso anno. In merito alle disposizioni comuni adottate, la nota ministeriale si propone di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • definire criteri e obblighi di motivazione omogenei per conversioni, variazioni e blocchi delle dotazioni organiche delle singole istituzioni;
  • contemperare il più possibile l’autonomia delle istituzioni con la salvaguardia delle aspettative del personale inserito nelle graduatorie, in vista dell’utilizzo del budget per le assunzioni a tempo indeterminato basato sul 100% del turnover del personale e sull’ampliamento delle dotazioni organiche.

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha fatto riferimento alla dotazione organica attuale, secondo quanto deliberato lo scorso dicembre in applicazione del D.I. 1226/2021 in materia di ampliamento degli organici.

Sarà possibile inserire nuovi posti o nuove cattedre utilizzando le economie di spesa derivanti da precedenti conversioni o dai risparmi generati dal mancato utilizzo di tutti i fondi messi a disposizione dal D.I. 1226/2021. L’istituzione deve adeguatamente motivare il mancato utilizzo di tali risparmi.

In merito alle tempistiche, le eventuali proposte di modifica dell’organico o di conversione di cattedre, dovranno essere presentate dal 18 marzo 2022 al 1° aprile 2022 (fino alle ore 15) con caricamento sulla piattaforma informatica.
Riportiamo qui sotto il testo integrale della Nota ministeriale con tutte le indicazioni riguardanti il personale docente e quello tecnico-amministrativo.

NOTA