Concorso straordinario
Concorso straordinario

Nuovo concorso straordinario 2022 per i docenti precari che possiedono almeno 3 annualità di servizio: martedì prossimo, 15 marzo 2022, si svolgerà un incontro tra i tecnici del Ministero dell’Istruzione e le rappresentanze delle organizzazioni sindacali. Il tema centrale sarà l’informativa riguardante il Decreto del Ministero dell’Istruzione che condurrà alla pubblicazione del bando relativo al nuovo concorso straordinario che dovrà coprire i posti residui delle immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2021/22. 

Nuovo concorso straordinario 2022, informativa Ministero dell’Istruzione ai sindacati sul Decreto

Martedì prossimo, 15 marzo, è in programma l’incontro tra Ministero dell’Istruzione e sindacati riguardante l’informativa del Decreto inerente la nuova procedura concorsuale riservato ai docenti in possesso di particolari requisiti. 

I posti e i requisiti di partecipazione

I posti che saranno messi a disposizione dovrebbero essere intorno ai quindicimila, saranno banditi a livello regionale: per tale motivo, bisognerà sommare, per ciascuna regione, le supplenze annuali attribuite durante l’anno scolastico in corso da GPS e da GAE, sino al 31 agosto 2022.

Il Decreto Milleproroghe ha indicato le caratteristiche della nuova procedura concorsuale riservata ai ‘docenti non compresi tra quelli di cui al comma 4 che abbiano svolto entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione un servizio nelle istituzione scolastiche statali di almeno 3 anni anche non consecutivi negli ultimi cinque anni scolastici, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14 della legge 3 maggio 1999, n. 124′. 

Le graduatorie di merito

Per quanto riguarda le graduatorie di merito regionali, queste saranno predisposte ‘sulla base dei titoli posseduti e del punteggio conseguito in una prova disciplinare da tenersi entro il 15 giugno 2022, le cui caratteristiche sono definite con decreto del ministro dell’istruzione.

Nel limite dei posti di cui al presente comma, che sono resi indisponibili per le operazioni di mobilità e immissioni in ruolo, i candidati vincitori collocati in posizione utile in graduatoria sono assunti a tempo determinato dall’anno scolastico 2022/2023 e partecipano con onori a proprio carico a un percorso di formazione anche in collaborazione con le università che ne integra le competenze professionali.

Nel corso del contratto a tempo determinato i candidati svolgono altresì il percorso annuale di formazione iniziale e prova di cui all’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59. A seguito del superamento della prova che conclude il percorso di cui al quinto periodo nonché del superamento del percorso annuale di formazione iniziale e prova il docente è assunto a tempo indeterminato e confermato in ruolo con decorrenza giuridica ed economica dal 1 settembre 2023 o, se successiva, dalla data di presa del servizio, nella medesima istituzione scolastica presso cui ha prestato servizio a tempo determinato.

Il percorso di formazione di cui al quinto periodo e la relativa prova conclusiva sono disposte con decreto del ministro dell’istruzione. Le graduatorie di cui al presente comma decadono a seguito dell’immissione in ruolo dei vincitori’.

Dunque, non è ancora possibile presentare domanda, visto che bisognerà attendere la pubblicazione del Decreto in Gazzetta Ufficiale. Per partecipare bisognerà pagare una tassa indicata nel Decreto Milleproroghe (come per altro negli altri concorsi) come ‘contributo di segreteria’. Il contributo in questione dovrebbe essere pari a 10 euro.