Dichiarazione dei redditi modello 730
Dichiarazione dei redditi

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili i nuovi modelli per la dichiarazione dei redditi 2022. Ma quali sono le date e le scadenze da tenere a mente per presentare la documentazione completa? Ecco tutte le ultime novità e le altre informazioni utili a riguardo.

Dichiarazione dei redditi 2022

Come abbiamo anticipato, l’Agenzia delle Entrate ha già reso disponibili i nuovi modelli per la dichiarazione dei redditi 2022 per le persone fisiche, le società e gli enti non commerciali. Vediamo più nel dettaglio quali sono i termini entro cui presentare la documentazione completa.

In particolare, le principali date da tenere a mente sono quella del 2 maggio e del 30 giugno. Vale a dire il primo e l’ultimo giorno disponibile per chi intende inoltrare il 730 in forma cartacea attraverso gli uffici postali. Scade, invece, il 30 novembre 2022 la presentazione in via telematica, trasmissibile in prima persona dal contribuente oppure attraverso un intermediario abilitato come il commercialista.

Ma al di là delle scadenze, andiamo ora ad analizzare più precisamente quali sono tutte le novità a riguardo.

Le principali novità

Una delle principali novità della dichiarazione dei redditi 2022 è che il nuovo modello dell’Agenzia delle Entrate tiene conto delle disposizioni introdotte per l’anno d’imposta 2021.

Ciò significa, quindi, che ci sarà spazio per gli adeguamenti relativi al Superbonus 110% e per il cosiddetto bonus musica. La detrazione per le spese sostenute per l’iscrizione di ragazzi fra i 5 e i 18 anni di età a corsi di alta formazione artistica e musicale.

Tra le altre novità ci saranno anche:

  • il credito d’imposta pari all’Iva versata per l’acquisto della prima casa da parte degli under 36 con un valore Isee non superiore ai 40 mila euro annui;
  • il credito d’imposta nella misura del 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e miglioramento qualitativo delle acque reflue;
  • le nuove codifiche per usufruire dei bonus per le spese di sanificazione delle strutture extra-alberghiere e di acquisto di dispositivi di protezione.

Infine, nei modelli per Società di persone, Società di capitali ed Enti non commerciali verrà introdotta anche la possibilità di dedurre più velocemente il maggior valore imputato ad attività immateriali. Vale a dire la nuova disciplina dell’Ace innovativa.