730 precompilato
Fare i conti

Dichiarazione dei redditi 2022: slitta la data per ottenere i modelli del 730 precompilato, messi a disposizione direttamente dall’Agenzia delle Entrate. A stabilirlo un emendamento al decreto Sostegni ter, attualmente in fase di conversione in legge. Ecco il nuovo calendario e le ultime informazioni a riguardo.

Cos’è la dichiarazione dei redditi precompilata

Ogni anno l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti dei modelli per la dichiarazione dei redditi con diversi dati già inseriti all’interno.

Si tratta, appunto, del cosiddetto 730 precompilato, in cui compaiono già le seguenti voci:

  • spese sanitarie;
  • spese universitarie;
  • premi assicurativi;
  • spese funebri;
  • contributi previdenziali;
  • bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica.

Per visualizzarlo è possibile accedere direttamente alla propria area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, attraverso Spid, CIE o CNS.

In questa sezione si potrà, inoltre, modificare o integrare la dichiarazione entro i termini stabiliti.

Slitta il calendario del 730 precompilato

Secondo quanto stabilito da un emendamento al decreto Sostegni ter, attualmente in fase di conversione in legge, già approvato dalla Commissione bilancio del Senato, slitta il calendario per la dichiarazione dei redditi precompilata 2022.

Di fatto, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione i modelli 730 non più entro il 30 aprile, ma entro il 23 maggio 2022.

Di conseguenza, la proroga andrà a posticipare anche la deadline a giugno per poter modificare e inviare il proprio 730 precompilato.

Per trasmettere i dati, i contribuenti potranno accedere in autonomia alla propria area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate attraverso Spid, CIE, CNS oppure avvalendosi del proprio CAF di riferimento.