Parlamento
Parlamento

Scuola, il Senato ha dato il via libera al Decreto Legge Sostegni Ter con 191 voti favorevoli e 33 contrari: ora il provvedimento legislativo dovrà essere convertito in legge dalla Camera, l’approvazione dovrà avvenire entro il prossimo 28 marzo. Per quanto riguarda la scuola, sono in arrivo importanti novità, dall’aggiornamento delle GPS all’assegnazione provvisoria per i docenti vincolati.

OK del Senato al Decreto Sostegni Ter: i punti che riguardano la scuola

L’aggiornamento delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze rappresenta, senza dubbio, la novità più importante in merito al provvedimento legislativo approvato dal Senato. 

Aggiornamento GPS

Dopo il ‘flop’ politico legato al Decreto Milleproroghe, finalmente, si è arrivati ad un’intesa totale sulla delicatissima questione dell’aggiornamento delle GPS, previsto, dunque, per la prossima primavera (si parla di possibile inoltro delle domande già nella seconda metà del mese di aprile). L’emendamento riformulato dal Ministero dell’Istruzione è stato approvato in Commissione Cultura e Istruzione del Senato: presto, dunque, con l’approvazione definitiva del Decreto Sostegni Ter verrà ufficializzata la riapertura delle Graduatorie Provinciali e delle connesse Graduatorie di Istituto.

Assegnazione provvisoria per i docenti vincolati

L’altra novità in arrivo per la scuola è rappresentata dall’assegnazione provvisoria per i docenti vincolati: tuttavia, la mobilità annuale per i docenti sottoposti al vincolo sarà consentita solamente all’interno della stessa provincia. Sono state apportate, infatti, delle modifiche rispetto all’emendamento presentato dalla Lega (con prima firma il senatore Pittoni) dove era prevista la mobilità annuale su tutte le provincie. Una limitazione che, naturalmente, lascia l’amaro in bocca visto che la nuova normativa riguarderà solamente una parte dei docenti sottoposti a vincolo. Vediamo, in particolare, cosa dice l’emendamento approvato:

‘3-quater. Al comma 3 dell’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: “Il medesimo personale può presentare domanda di assegnazione provvisoria e utilizzazione nell’ambito della provincia di appartenenza; ugualmente può accettare il conferimento di supplenza per l’intero anno scolastico per altra tipologia o classe di concorso per le quali abbia titolo.” 

Mobilità dirigenti scolastici

Novità, infine, anche i dirigenti scolastici, anch’essa legata alla mobilità. I DS potranno presentare domanda, in deroga temporanea al limite fissato dall’articolo 53 del CCNL 2016/2018 (il 30 per cento); la mobilità riguarderà sia i neoassunti, sia coloro che, da anni, stanno aspettando di poter ottenere il trasferimento in una sede più vicina.