Il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi
Il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi

Prosegue il rallentamento delle restrizioni per la pandemia da Covid-19. A partire da maggio, le mascherine non saranno più obbligatorie. Pian piano si sta tornando a una vita sempre più normale, sempre più vicina a quella che eravamo abituati a trascorrere prima dell’avvento della pandemia. Sarà, dunque, normale anche l’ultimo mese di scuola? A dare opportuni chiarimenti è stato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi nel corso di un’intervista al programma radiofonico “Radio01 in vivavoce”.

Un mese di maggio normale per la scuola? La risposta del ministro Bianchi

Ci si chiede se alunni e personale scolastico potranno condurre un maggio normale all’interno delle mura scolastiche, liberi dalle mascherine, il dispositivo di protezione che più ha caratterizzato questo biennio di pandemia. Patrizio Bianchi, ospite della trasmissione di Rai Radio01, ha dichiarato: “È un po’ che lavoriamo per rallentare progressivamente le nostre le regole e sì, l’ultimo mese sarà sostanzialmente in condizione di permettere a tutti di avere la loro giornata ‘libera’”.

Quali saranno i banchi a scuola?

E i banchi scolastici? Rimarranno quelli monoposto o si tornerà a quelli classici? Patrizio Bianchi non ha escluso, neanche in questo caso, un ritorno ad una situazione pre Covid: “Credo di si, lavoriamo da molto tempo per tornare alla normalità, le nostre azioni stanno dando buoni risultati. Nei prossimi mesi ad esempio si potranno riprendere quelle che chiamavamo le gite scolastiche che sono invece viaggi di studio”.