Ministero-Istruzione
Ministero-Istruzione

Aumento organici per il prossimo anno scolastico 2022/23, Flc-Cgil ha chiesto al Ministero dell’Istruzione un confronto urgente sull’argomento in considerazione delle problematiche attuali e quelle che si dovranno affrontare dal prossimo mese di settembre.

Organici personale scolastico 2022/23, Flc-Cgil chiede al Ministero dell’Istruzione risorse aggiuntive per aumento numerico di posti

Il sindacato guidato da Francesco Sinopoli ha sottolineato che, in vista del prossimo anno scolastico, è da considerarsi una questione prioritaria l’assicurare le dotazioni organiche di docenti, personale educativo ed ATA nei numeri attualmente in servizio in ogni Regione e provincia italiana.

Pandemia e guerra Russia-Ucraina

In una nota informativa, Flc-Cgil sottolinea quelle che sono le problematiche attuali (legate all’emergenza sanitaria ma non solo) e quelle che si prospettano nell’immediato visto che l’Italia sta accogliendo, in questi giorni, decine di migliaia di cittadini ucraini, soprattutto donne e bambini, che scappano dalla guerra. 

Allo stato attuale delle cose, è impossibile stimare il numero di studenti ucraini che arriveranno nei prossimi mesi, tanto meno conoscere la loro dislocazione sul territorio nazionale. Se da un lato viene sottolineata la forte volontà del nostro Paese nell’assicurare un’adeguata accoglienza a questi cittadini, a partire da ragazze/i in età scolare, dall’altra parte occorre predisporre la loro immediata inclusione nelle scuole anche con l’aiuto e il supporto delle amministrazioni locali.

Flc-Cgil sottolinea come tale percorso vada programmato al fine di evitare di rincorrere l’emergenza: per fare ciò, bisogna mettere gli Istituti scolastici nelle condizioni di poter organizzare l’inserimento e la frequenza dei bambini e delle bambine, al fine di avviare con pragmatismo gli interventi necessari.

Confermare organico Covid è solo il punto di partenza

Per tale motivo, bisogna adottare delle misure straordinarie: non solo necessita la conferma del cosiddetto ‘organico Covid, ma occorre incrementarlo prevedendo un aumento numerico di posti, nelle scuole di tutti i gradi, soprattutto nelle zone a più alta accoglienza.

Flc-Cgil, pertanto, ha chiesto al Ministero dell’Istruzione un incontro che possa aprire in tempi rapidi il confronto sugli organici affinché, partendo da una riflessione sullo stato delle risorse previste, ‘sia possibile predisporre da subito e con stabilità le misure per far fronte all’accresciuta crisi’.