poesia
Poesia

Il 21 marzo 2022, come ogni anno, ricorre la Giornata Mondiale della Poesia: in questa occasione vediamo, quindi, che cos’è la Poesia, cosa rappresenta per i bambini e quali sono i suoi effetti sull’apprendimento. Ecco alcune utili ed interessanti proposte didattiche per gli studenti di tutte le età.

Giornata Mondiale della Poesia 2022

Anche quest’anno il 21 marzo si celebra la Giornata Mondiale della Poesia. Una ricorrenza istituita nel 1999 dall’UNESCO e celebrata per la prima volta l’anno seguente.

In particolare, si è scelto di far coincidere la data con l’inizio della Primavera proprio per riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo, della comprensione interculturale, della comunicazione e della pace.

La Poesia, di fatto, è da sempre portatrice di bellezza e di valori autentici ed emozioni in grado di rappresentare il punto d’incontro tra le diverse forme della creatività.

In più, oltre ad essere un’espressione artistica, questo genere letterario è anche uno strumento utilissimo per scavare in fondo a se stessi e comunicare nonostante le differenze culturali.

Ma come è possibile, al giorno d’oggi, celebrare la Poesia a scuola e renderla attuale e non un genere antico e polveroso come spesso si pensa? Scopriamolo subito.

Spunti didattici

Al giorno d’oggi, spesso si pensa che la Poesia sia un genere letterario ormai superato. In realtà, rimane sempre il canale privilegiato per comunicare le proprie emozioni e colmare tutte le differenze culturali.

Per far, quindi, sentire la Poesia più vicina anche alle nuove generazioni è possibile proporre in classe alcune utili ed interessanti attività.

Oltre a letture ed approfondimenti, si potrebbe per esempio:

  • domandare agli studenti che cosa rappresenta per loro la Poesia, in modo da suscitare immagini forti, proprio come quelle poetiche;
  • lasciare che gli alunni inventino delle poesie inedite;
  • organizzare un’uscita in quartiere in cui gli studenti più giovani possano recitare poesie e filastrocche, regalando ai passanti i propri versi preferiti.

Rendere, quindi, la Poesia un’esperienza interattiva può aiutare a riscoprire non soltanto questo genere letterario intramontabile, ma anche la storia della nostra cultura.