Ffp2
Ffp2

Lo stop alle mascherine al chiuso è un annuncio che in tanti attendono, ma non tutti. Nei nostri sondaggi sui social, abbiamo potuto constatare che un’alta percentuale di persone intendono mantenerla anche se il Governo dovesse decidere di eliminarla. E che dire della scuola? Se arriva uno stop alle mascherine, varrà anche fra i banchi, o si sceglierà di avere regole diverse? Vediamo cosa si apprende dalle ultime notizie.

Stop delle mascherine al chiuso: quando?

Secondo il decreto Riaperture del Governo, l’obbligo di portare ancora le mascherine al chiuso resta in vigore fino al 30 di aprile (con cambiamenti già a partire dal 1° aprile). Ciò significa che dal 1° maggio in Italia non dovrebbe essere più obbligatorio indossare le mascherine al chiuso. Usiamo il condizionale fino alla conferma del testo.

E a scuola? Si dirà stop alle mascherine da maggio? Pochi giorni fa, il ministro Bianchi aveva affermato: “L’ultimo mese permetteremo a tutti di avere la loro giornata libera”. Qualcuno ha pensato che si riferisse anche all’intenzione di eliminare le mascherine anche in classe. Ma non è ancora detto che sarà così. Vediamo perché.

Mascherine a scuola: resteranno fino al termine delle lezioni?

Iniziamo col dire che non sarebbe la prima volta che le regole per la scuola differiscono da quelle delle altre istituzioni.

Prendiamo, ad esempio, l’obbligo vaccinale, che resta comunque in vigore nonostante le riaperture. Per esser certi dell’informazione, è necessaria quindi una delucidazione del Ministero, che confermi o smentisca quanto interpretato dalle affermazioni del ministro Bianchi.

Poi, aggiungiamo che gli esperti non sono d’accordo sull’una o l’altra scelta. C’è chi sostiene che è bene mantenerle, come Ricciardi e Speranza, e chi sostiene il contrario. Ad esempio, Massimo Clementi, direttore dei laboratori di Microbiologia e virologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano, sostiene che ‘una circolazione del virus che non dà patologie, vuol dire immunizzare naturalmente i ragazzi dal virus’. Per cui, con questa variante debole, sarebbe auspicabile anche il contagio.

Infine, ribadiamo che molti affermano che continuerebbero a portare il dispositivo di protezione, anche in assenza di obbligo. E che lo farebbero indossare anche ai loro figli, nonostante, le mascherine Ffp2 non siano adatte ai più piccoli. Una dimostrazione di quanto la paura del virus sia ancora in circolazione, e non in una ‘variante’ leggera.