Nota Ministero Istruzione FUN
Nota Ministero Istruzione FUN

Fondo Unico Nazionale per la retribuzione di posizione, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato, in data 24 marzo 2022, la Nota avente come oggetto ‘Dirigenza Scolastica – Quantificazione Fondo Unico Nazionale per la retribuzione di posizione e risultato per l’anno scolastico 2019-2020’.

Quantificazione FUN per la retribuzione di posizione e risultato a.s. 2019/20: Nota Ministero dell’Istruzione

Nella Nota in questione, si legge quanto segue: ‘Si porta a conoscenza che l’Ufficio centrale del bilancio ha comunicato il superamento del riscontro preventivo amministrativo contabile, previsto dalla normativa vigente, con esito positivo del decreto del Capo del dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali 15 febbraio 2022, n. 415 relativo alla quantificazione delle risorse finanziarie costituenti il FUN 2019/2020

Nella tabella che segue si riporta la ripartizione tra gli Uffici scolastici regionali della risorsa finanziaria di cui al citato provvedimento. La risorsa complessiva attribuita è composta anche – come specificato nel prospetto di riparto – dalla risorsa derivante dal decreto n. 170/2021, concertato con il Ministero dell’economia e delle finanze a seguito dell’apposito monitoraggio posto in essere per quantificare le esigenze di ciascun Ufficio Scolastico Regionale, per la copertura delle maggiori spese sostenute per l’anno scolastico 2019/2020 in conseguenza dell’ultrattività riconosciuta ai contratti collettivi regionali relativi all’anno scolastico 2016/2017. 

Gli Uffici scolastici regionali possono quindi provvedere a quanto di propria competenza per la contrattazione integrativa regionale per l’a.s. 2019/2020. Al riguardo, si richiama l’attenzione sul comma 341, dell’art. 1, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, con il quale si stabilisce che:

“Per gli anni scolastici 2019/2020, 2020/2021 e 2021/2022, continuano ad operare le contrattazioni integrative regionali (CIR) sottoscritte tra gli uffici scolastici regionali e le organizzazioni sindacali rappresentative, per la definizione delle retribuzioni di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici a livello regionale, sempre sulla base del riparto regionale delle risorse disponibili sul fondo unico nazionale, di cui all’articolo 4 del citato contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dell’Area V della dirigenza per il secondo biennio economico 2008-2009, disposto dal Ministero dell’istruzione in applicazione dell’articolo 25 del contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dell’Area V della dirigenza per il quadriennio normativo 2006-2009 ed il primo biennio economico 2006- 2007, sottoscritto in data 15 luglio 2010”. 

Infine, si rammenta che a decorrere dall’a.s. 2019/2020 cessano gli effetti della Conferenza di servizi del 26 febbraio 2020 – ai fini della retribuzione delle reggenze a valere sulla porzione del FUN destinata al risultato ed è disapplicato, da tale anno scolastico, l’art. 57, comma 3, del C.C.N.L. 11 aprile 2006, come stabilito dall’art. 43, comma 3, del C.C.N. 8 luglio 2019′.

NOTA