Logo Ministero dell'Istruzione
Logo Ministero dell'Istruzione

Docenti e ATA non vaccinati tornano a lavoro, ma saranno soggetti a sanzione. E’ quanto sottolinea la nota ministeriale pubblicata ieri, che fornisce qualche delucidazione in merito ai compiti che dovrebbero svolgere i docenti che non possono avere contatti con gli studenti ed entrare in aula. Ma di che tipo di sanzione si tratta? Era già prevista dalla normativa?

Obbligo vaccinale e sanzione

Nella nota ministeriale 620 del 28 marzo 2022, che ha come oggetto “obblighi vaccinali a carico del personale della scuola. Decreto-legge 24/2022″ leggiamo quanto segue.

L’inadempimento dell’obbligo vaccinale comporta l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 4-sexies del decreto-legge 44/2021 (sanzione amministrativa pecuniaria di euro cento)“.

Cosa dice l’articolo 4-sexies del decreto-legge 44/2021, che è in vigore dal 09/03/2022?

Afferma ai commi 1 e 2:

1. In caso di inosservanza dell’obbligo vaccinale di cui all’articolo 4-quater, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria di euro cento in uno dei seguenti casi:

a) soggetti che alla data del 1° febbraio 2022 non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario;

b) soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale primario nel rispetto delle indicazioni e nei termini previsti con circolare del Ministero della salute;

c) soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19 previsti dall’articolo 9, comma 3, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87.

2. La sanzione di cui al comma 1 si applica anche in caso di inosservanza degli obblighi vaccinali di cui agli articoli 4, 4-bis e 4-ter.

L’articolo 4 ter, è quello in cui si determina l’obbligo vaccinale per il personale scolastico. Quindi, la sanzione pecuniaria di 100 euro di cui parla la nota, è legge ed è applicabile a tutto il personale scolastico, indipendentemente dalla fascia d’età. Ricordiamo che si tratta di una tantum.

Chi somministra la sanzione?

La sanzione è somministrata tramite l’Agenzia delle Entrate. Lo prevedono i commi 3, 4 e 6 dell’articolo 4-sexies del decreto-legge 44/2021.

3. L’irrogazione della sanzione di cui al comma 1, nella misura ivi stabilita, è effettuata dal Ministero della salute per il tramite dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, che vi provvede, sulla base degli elenchi dei soggetti inadempienti all’obbligo vaccinale periodicamente predisposti e trasmessi dal medesimo Ministero, anche acquisendo i dati resi disponibili dal Sistema Tessera Sanitaria sui soggetti assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale vaccinati per COVID-19, nonché su quelli per cui non risultano vaccinazioni comunicate dal Ministero della salute al medesimo sistema e, ove disponibili, sui soggetti che risultano esenti dalla vaccinazione…

4. Il Ministero della salute, avvalendosi dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, comunica ai soggetti inadempienti l’avvio del procedimento sanzionatorio e indica ai destinatari il termine perentorio di dieci giorni dalla ricezione, per comunicare all’Azienda sanitaria locale competente per territorio l’eventuale certificazione relativa al differimento o all’esenzione dall’obbligo vaccinale, ovvero altra ragione di assoluta e oggettiva impossibilità. Entro il medesimo termine, gli stessi destinatari danno notizia all’Agenzia delle entrate-Riscossione dell’avvenuta presentazione di tale comunicazione.

6. L’Agenzia delle entrate-Riscossione, nel caso in cui l’Azienda sanitaria locale competente non confermi l’insussistenza dell’obbligo vaccinale, ovvero l’impossibilità di adempiervi, di cui al comma 4, provvede, in deroga alle disposizioni contenute nella legge 24 novembre 1981, n. 689, e mediante la notifica, ai sensi dell’articolo 26 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, entro centottanta giorni dalla relativa trasmissione, di un avviso di addebito, con valore di titolo esecutivo.