La nuova circolare del Ministero della Salute disciplina la quarantena Covid, aggiornando le indicazioni sulla gestione dei casi e dei contatti stretti con positivi. La nuova circolare prevede isolamento solo per i positivi, auto-sorveglianza per i contatti stretti con positivi al Covid e tamponi giornalieri per gli operatori sanitari fino al 5° giorno dall’ultimo contatto con un contagiato.

Quarantena Covid, come cambia

La circolare del ministero della salute, a firma del direttore Prevenzione del ministero, Gianni Rezza, prevede rispetto alla quarantena che:

  • I soggetti contagiati che abbiano precedentemente ricevuto la dose booster, o che abbiano completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni, l’isolamento può essere ridotto da 10 a 7 giorni. Purché i medesimi siano sempre stati asintomatici, o risultino asintomatici da almeno 3 giorni. Al termine di tale periodo, risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo (confermate disposizioni circolare 60136-30/12/2021).
  • A coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2 si applica il regime dell’auto-sorveglianza. Consiste nell’obbligo di indossare mascherine di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al 10° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.
  • Se durante il periodo di auto-sorveglianza si manifestano sintomi suggestivi di possibile infezione da Sars-Cov-2, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare. In caso di risultato negativo va ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.
  • Gli operatori sanitari devono eseguire un test antigenico o molecolare su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un soggetto contagiato.

CIRCOLARE