Ricostruzione carriera
Ricostruzione carriera

La ricostruzione di carriera è uno degli argomenti che più infiammano il mondo della scuola. Un problema riguardante prettamente i docenti che, ottenendo il tanto agognato ruolo, vogliono farsi riconoscere gli anni di servizio prestati nel corso della loro carriera da precari.

Al riguardo Cass. civ. Sez. VI – Lavoro, con Ordinanza del 28-03-2022, n. 9951 ha affrontato il contenzioso di alcuni insegnanti, che avevano intenzione di farsi istituzionalizzare anche anni prestati nella scuola paritaria. Il riconoscimento, in tal caso, non c’è stato da parte dei giudici.

Ricostruzione carriera: perché il servizio nelle paritarie non vale?

La Cassazione si è espressa al riconoscimento mancato del servizio prestato dai docenti interessati negli istituti paritari, in quanto: “ai fini dell’inquadramento e del trattamento economico dei docenti non è riconoscibile il servizio preruolo prestato presso le scuole paritarie in ragione della non omogeneità dello status giuridico del personale, che giustifica il differente trattamento, nonchè della mancanza di una norma di legge che consenta tale riconoscimento, contrariamente a quanto avviene ai fini della costituzione del rapporto di lavoro pubblico contrattualizzato per il servizio prestato nelle scuole pareggiate oltre che in quelle materne statali e comunali”.

Trattamento equipollente solo per alunni

I giudici hanno spiegato che il legislatore, se da un certo punto di vista ha voluto riconoscere agli alunni delle paritarie un trattamento analogo a quelli della scuola statale, stessa cosa non si può dire per i docenti riguardo al rapporto di lavoro, denotando una differenza tra servizio prestato nel privato e quello svolto nel pubblico impiego. I motivi sono vari, in primis, le differenti modalità di assunzione.