Ministero-Istruzione
Ministero-Istruzione

Oggi 5 aprile era previsto l’incontro fra Ministero dell’Istruzione e sindacati per discutere dell’aggiornamento delle GPS 2022 e delle graduatorie di istituto. L’aggiornamento dovrebbe essere valido per i prossimi due anni, fino al 2024. Sono tantissimi i docenti che attendono la riapertura delle graduatorie, per potersi inserire per la prima volta o aggiornare il proprio punteggio.

Aggiornamento GPS e GI: prime indiscrezioni

Ancora molte le cose da sapere riguardo a questo aggiornamento GPS e GI 2022, ostacolato ma alla fine ottenuto comunque. Sembra che sarà utilizzato il vecchio regolamento. La domanda si presenterà telematicamente, tramite Istanze Online, e sarà unica per tutte le cdc a cui si accede.

Il Ministero è intenzionato a far partire le istanze dal 19 aprile fino al 9 maggio, ma i sindacati non sono d’accordo. Dalle indiscrezioni, sembra che siano state chieste diverse modifiche all’ordinanza presentata dal Ministero.

Presenta domanda chi si inserisce per la prima volta, chi deve aggiornare il punteggio o i titoli e anche chi semplicemente è attualmente presente in graduatoria e non ha punteggi di servizio o titoli da aggiornare.

Si attende anche la conferma della possibilità di inserire con riserva la specializzazione sostegno, da conseguire entro il 15 luglio 2022.

Nuova ordinanza

Tra le novità, era emerso questa mattina che il dicastero di Viale Trastevere sarebbe orientato ad introdurre la linea dura contro gli abbandoni degli incarichi.

Marcello Pacifico (Anief): “La bozza di ordinanza Ministeriale contiene fin troppe limitazioni e previsioni che comprimono piuttosto che tutelano i diritti dei precari. Come sindacato abbiamo evidenziato evidenti illogicità, se non palesi violazioni, nelle previsioni della composizione di graduatorie che per i prossimi due anni scolastici determineranno il futuro lavorativo di migliaia di docenti”.

Attendiamo che i sindacati diano più informazioni.