Sostegno, caos docenti idonei per le specializzazioni ottenute all'estero
Sostegno, caos docenti idonei per le specializzazioni ottenute all'estero

Quali sono i requisiti d’accesso al nuovo TFA sostegno VII ciclo? L’articolo 3 del DM n. 92/2019 elenca i requisiti per la scuola primaria e dell’infanzia, la scuola secondaria di I e II grado e gli ITP (insegnanti tecnico-pratici).

La nota del 13 agosto 2020 li integra con alcuni chiarimenti. Ricordiamo che il TFA sostegno prevede tre prove: la preselettiva, la prova scritta e quella orale. Vediamo nel dettaglio i requisiti per gli aspiranti.

Requisiti di accesso al TFA sostegno VII ciclo

I requisiti di accesso al nuovo TFA sostegno sono:

Scuola dell’infanzia e primaria

  • titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente; 

oppure

  • diploma magistrale, compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

Scuola secondaria di primo e secondo grado

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso, ovvero analoghi titoli di abilitazione conseguiti all’estero e riconosciuti in Italia ai sensi della normativa vigente; 

oppure 

  • laurea magistrale o a ciclo unico (oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) + 24 CFU/CFA (acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antro-po-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche);

Insegnanti tecnico-pratici:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso ovvero analoghi titoli di abilitazione conseguiti all’estero e riconosciuti in Italia ai sensi della normativa vigente.

Sino al 2024/25, gli ITP partecipano alla selezione con il solo diploma che dà accesso alla relativa classe di concorso. Successivamente, si aggiungeranno i seguenti requisiti:

  • laurea anche triennale (oppure diploma dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica di primo livello, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) + 24 CFU/CFA (acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra-curricolare nelle discipline antro-po-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno).

Scopri chi non deve svolgere la prova preselettiva.

CONSIGLIAMOTFA Sostegno nella Scuola Secondaria di I e II grado – Teoria e Quiz per la preparazione alle prove d’accesso ai percorsi di specializzazione

Alcuni chiarimenti sui requisiti

Come dicevamo sopra, la nota del 13 agosto 2020 integra i requisiti di accesso sopra menzionati specificando che:

  1. I candidati in possesso di abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione sono esonerati dal conseguimento dei CFU/CFA di cui ai commi 1 e 2 dell’articolo 5 del Dlgs 59/2017, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso, così come previsto dal DPR 19/2016 come integrato dal DM 259/2017.
  2. Non è più consentito l’accesso alla selezione per le classi di concorso ad esaurimento o non più previste dagli ordinamenti:
  • A-29 Musica negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado;
  • A-66 Trattamento testi, dati ed applicazioni. Informatica;
  • A-76 Trattamenti testi, dati ed applicazioni, informatica, negli istituti professionali con lingua di insegnamento slovena;
  • A-86 Trattamenti testi, dati ed applicazioni, informatica, negli istituti professionali in lingua tedesca e con lingua di insegnamento slovena;
  • B-01 Attività pratiche speciali;
  • B-29 Gabinetto fisioterapico;
  • B-30 Addetto all’ufficio tecnico;
  • B-31 Esercitazioni pratiche per centralinisti telefonici;
  • B-32 Esercitazioni di pratica professionale;
  • B-33 Assistente di Laboratorio

CONSIGLIAMO: Docente di sostegno TFA sostegno didattico: concorso scuola: manuale completo di teoria e quiz