Sedie e banchi
Sedie e banchi

Che cos’è, a cosa serve e come si applica il Service Learning al contesto scolastico e alla didattica attuale. Un approccio educativo finalizzato a sviluppare competenze trasversali negli studenti. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo: caratteristiche specifiche, strumenti, fasi di attuazione e finalità.

Cos’è il Service Learning

Con l’espressione Service Learning si indica un particolare tipo di approccio pedagogico che cerca di fondere insieme apprendimento e servizio, inteso perlopiù nei confronti della comunità.

Nel concreto, si tratta di un metodo educativo che mira ad attuare specifici percorsi di apprendimento in contesti di vita reale. L’obiettivo è, quindi, quello di sviluppare negli studenti competenze disciplinari, trasversali e professionali in chiave attiva.

Tra le principali caratteristiche del Service Learning troviamo:

  • il ruolo attivo degli studenti: lo studente è il fulcro di tutta l’attività, sia nella sua pianificazione che nella sua esecuzione e valutazione finale;
  • il valore sociale al centro delle attività: occorre dare priorità ai bisogni concreti della società per poi generare un processo di apprendimento a scuola;
  • l’integrazione fra l’azione solidale e l’apprendimento.

Quali sono le finalità

Attraverso il Service Learning è possibile conseguire una serie di importanti obiettivi per gli studenti. Per esempio, è utile per:

  • far sentire gli alunni protagonisti;
  • imparare a farsi carico dei bisogni degli altri;
  • generare maggiore senso di responsabilità;
  • migliorare le relazioni interpersonali;
  • sensibilizzare alle diversità culturali;
  • stabilire una relazione più stretta fra docente e studente;
  • creare un’atmosfera distesa in classe.

Inoltre, possiamo anche dire che da un punto di vista ‘secondario’ questo approccio educativo aiuta ad ottimizzare le risorse disponibili a scuola, sia in termini umani che economici.

È chiaro, quindi, che all’interno della società attuale fortemente individualista il Service Learning diventa un valore aggiunto e può essere anche utile per i percorsi di alternanza scuola-lavoro e nell’ambito del volontariato.