Aggiornamento Gps 2022
Aggiornamento Gps 2022

L’aggiornamento delle GPS 2022 sarà presto avviato con la pubblicazione, da parte del Ministero, dell’ordinanza indicante le istruzioni e la finestra temporale in cui sarà possibile presentare la domanda. Finestra che potrebbe essere aperta già dalla prossima settimana. Sono diversi i nodi da sciogliere sui requisiti di accesso e il calcolo dei punteggi. Vediamo cosa sappiamo e quali rassicurazioni sono giunte dai sindacati.

Aggiornamento GPS 2022: le questioni relative ai requisiti di accesso

I requisiti di accesso alle graduatorie provinciali per le supplenze, per ogni ordine e grado, sono già noti. Ma restano da sciogliere alcuni dubbi in merito alle riserve.

I diplomati e laureandi entro la sessione di luglio 2022, potranno accedere alle seconda fascia con riserva? Al momento, sembra che il Ministero intenda stabilire che il titolo di accesso deve essere posseduto entro la data di scadenza della domanda, per cui questi aspiranti resterebbero fuori dalle graduatorie in questo aggiornamento.

Invece, per quanto riguarda l’inserimento con riserva in prima fascia degli specializzandi del TFA sostegno VI ciclo e dei laureandi in Scienze della formazione primaria, sembra che il Ministero abbia aperto uno spiraglio. Secondo le ultime indiscrezioni, il titolo dovrà essere posseduto entro il 20 luglio, ma i sindacati premono per una proroga al 31 luglio.

Che dire dell’abilitazione conseguita tramite inserimento nella GM del concorso ordinario della scuola secondaria, attualmente in corso? Anche qui si è aperto uno spiraglio e lo scioglimento della riserva potrebbe riguardare le procedure che si concludono entro il 20 luglio o altra data fissata dal Ministero. 

Il punteggio di servizio: vale l’anno in corso?

Tra le questioni sollevate dagli aspiranti, c’è quella del calcolo del punteggio di servizio con riferimento all’anno in corso, il 2021/22. Chi non acquisisce il punteggio massimo entro la data di scadenza della presentazione della domanda, possono inserirlo con riserva?

Come riferisce Orizzonte scuola, i sindacati hanno ricevuto rassicurazione su questo punto. Il punteggio dell’anno scolastico 2021/22 si potrà inserire con riserva, che sarà sciolta al termine delle lezioni, o 30 giugno o 31 agosto, a seconda del caso individuale. Il sistema informatico sarà già predisposto in tal senso.