assunzioni
assunzioni

Immissioni in ruolo docenti STEM per l’anno scolastico 2022/23, come è noto il comma 7 dell’articolo 1 del DL N. 228 (convertito in legge il 25 febbraio) ha previsto che le graduatorie di merito del concorso STEM, svoltosi la scorsa estate, vengano integrate con i candidati idonei, ovvero con gli aspiranti docenti che abbiano conseguito il punteggio minimo previsto dalle prove, ovvero 70 su 100.

Immissioni in ruolo docenti STEM 2022/23, i vincitori del concorso 2022 avranno priorità rispetto agli idonei del concorso 2021

Il Ministero dell’Istruzione, in merito alle procedure da adottare per l’immissione in ruolo dei docenti STEM per l’anno scolastico 2022/23, sarà chiamato a fornire delle precise indicazioni in merito alle modalità con le quali gli Uffici Scolastici attingeranno dalle graduatorie.

In ogni caso, c’è da sottolineare un aspetto importante, contenuto nel medesimo comma 7 del sopracitato articolo 1. Qui, infatti, si legge: ‘In ogni caso, nell’utilizzo delle graduatorie concorsuali ai fini delle immissioni in ruolo hanno priorità i vincitori del concorso ordinario’.

In buona sostanza, a prescindere dalla volontà del legislatore di includere gli idonei nelle graduatorie di merito del concorso STEM 2021, saranno i vincitori del successivo concorso ordinario STEM, ovvero quello previsto nel 2022, a poter vantare la priorità nella procedura assunzionale. 

Ricordiamo, a questo proposito, che le prove scritte del nuovo concorso ordinario riguardante le materie STEM sono state calendarizzate all’inizio del prossimo mese di maggio, dal 3 al 5 maggio, secondo il seguente calendario:

Tale disposizione è valida per le graduatorie di merito concorsuali che sono state approvate entro lo scorso 30 ottobre. Il comma 17 dell’articolo 59 del Decreto N. 73/2021 (Decreto Sostegni Bis), infatti, ha previsto che, in caso di mancata approvazione entro la suddetta data, le medesime graduatorie sono utilizzate nel corso degli anni successivi con priorità rispetto alle graduatorie delle procedure ordinarie.

In particolare, si legge quanto segue: ‘Le graduatorie delle procedure di cui al comma 14 (cdc STEM) sono utilizzate per le immissioni in ruolo relative all’anno scolastico 2021/2022, se approvate, per eventuali oggettive ragioni di ritardo, entro la data del 30 ottobre 2021, con conseguente risoluzione dei contratti di lavoro a tempo determinato nelle more stipulati sui relativi posti vacanti e disponibili. 

Le medesime graduatorie, se non approvate entro la data di cui al periodo precedente, sono utilizzate nel corso degli anni successivi con priorità rispetto alle graduatorie delle procedure ordinarie. In ogni caso, le immissioni in ruolo dei vincitori, nel limite previsto dal bando di concorso per la specifica regione e classe di concorso, in caso di incapienza dei posti destinati annualmente alle assunzioni, possono essere disposte anche negli anni scolastici successivi, sino all’esaurimento della graduatoria, nel limite delle facoltà assunzionali disponibili a legislazione vigente’.