concorso ordinario
concorso ordinario

Concorso ordinario scuola secondaria, continuano le polemiche in merito agli errori contenuti nei ‘quiz a crocetta‘ relativi alle prove scritte. Si è già concluso il primo calendario, mentre il secondo si chiuderà il prossimo 29 aprile. Dal 2 al 25 maggio, prove scritte per le classi di concorso interessate dal terzo calendario (concorso Stem incluso, programmato dal 3 al 5 maggio). Sono diverse le segnalazioni che sono giunte alla nostra redazione, ne riportiamo alcune a testimonianza di quanto sta accadendo.

Concorso scuola secondaria, continuano le segnalazioni di errori nelle prove scritte

Un gruppo di 57 candidati che hanno sostenuto il 29 marzo il concorso per la classe di concorso A049 (turno mattutino) hanno denunciato quanto segue: ‘Vorremmo portare alla vostra attenzione una domanda in particolare che ha suscitato alcuni dubbi a molti nostri colleghi che hanno partecipato e che nessuno di noi è riuscito a dare una risposta corretta per via del modo fuorviante in cui è stata esposta la domanda nel test e le relative risposte. La domanda riguarda nello specifico il salto in lungo’.

Ricorso definitivo

Un’altra candidata ha segnalato tre quesiti palesemente errati per i partecipanti del concorso ordinario nella classe A048 (turno 2). ‘Ci siamo dovuti trovare a rispondere con grande perplessità e sgomento.
Il primo è il quesito: “Quale attività didattica fra le seguenti può avvalersi positivamente della realtà aumentata?”. Una volta ricevuti i risultati della correzione, tutti i candidati hanno appreso che la presunta risposta corretta sarebbe “Studio dell’anatomia del corpo umano”. Logica e conoscenza dell’argomento imporrebbero di selezionare invece come corretta la risposta sulla stampa 3D, che rappresenta il modo più specifico, innovativo ed efficace di applicare la realtà aumentata alla didattica. La domanda inoltre è posta in maniera vaga e anti-oggettiva, pertanto si può prestare a più di una risposta corretta fra le alternative proposte.

La seconda domanda oggetto di contestazione è quella riguardante l’acronimo AgID. Nel quesito tale sigla è stata erroneamente scritta “Agid”, omettendo le altre due lettere in maiuscolo. Ciò ha portato molti candidati a sbagliare nel selezionare la risposta corretta, nonostante conoscessero il significato dell’acronimo originale AgID, in quanto sono stati tratti in inganno dall’errore nella scrittura della sigla riportata nel quesito, pensando in buona fede che si trattasse di un altro tipo di acronimo con dicitura differente.

La terza domanda oggetto di contestazione è la seguente: “In un’azione muscolare isometrica” in cui tra le risposte possibili ce ne erano due molto simili che potevano trarre in inganno: “il lavoro esterno è nullo” oppure “il lavoro esterno non è definibile”.

Personalmente lamento anche il fatto che non mi sia stato garantito quanto in mio diritto da bando, in quanto la Preside della scuola dove abbiamo sostenuto la prova scritta si è palesemente rifiutata di fornirci foglio e penna per appuntare ragionamenti o anche solo il numero delle domande sulle quali poter ritornare per ragionarci meglio, cosa che mi è risultata fondamentale nella prova sostenuta per la classe A049, che infatti ho superato con successo.

Si chiede pertanto al Ministero il riconoscimento degli errori relativi alle domande in oggetto e dell’ irregolarità nello svolgimento della prova stessa’. 

Riportiamo qui sotto un’altra segnalazione di errore sulle prove scritte della classe di concorso A048.

Relazione