bonus trasporti
Autobus

Bonus trasporti: con l’approvazione del Decreto aiuti avvenuta nella serata di ieri dal parte del Consiglio dei ministri, sono in arrivo alcuni nuovi sconti sull’abbonamento di bus e metro. Vediamo in cosa consiste e quali anticipazioni sono state date.

Bonus trasporti per l’abbonamento di bus e metro

Nella serata di ieri, lunedì 2 maggio, il Governo ha varato il cosiddetto Decreto aiuti per aiutare famiglie ed imprese a contrastare gli effetti della guerra in Ucraina e della crisi energetica.

Oltre al bonus da 200 euro una tantum, all’interno del pacchetto da 14 miliardi è stato previsto anche un fondo per garantire uno sconto sugli abbonamenti di autobus, treni e metropolitane.

Come ha, infatti, spiegato il Ministro del Lavoro Andrea Orlando “È previsto un fondo per un supporto a studenti e lavoratori sui trasporti pubblici che consente uno sconto sugli abbonamenti“. Il fine è ovviamente quello di attenuare la crisi sui salari più bassi.

Tuttavia, al momento non sono ancora state fornite indicazioni più precise in merito. Pertanto, per avere maggiori informazioni, bisognerà aspettare la pubblicazione ufficiale del Decreto aiuti.

Taglio carburante

A procedere di pari passo con il bonus trasporti all’interno del pacchetto ci saranno anche altri importanti interventi.

Tra questi il taglio di 30 cent delle accise sul carburante (benzina e diesel) che durerà fino all’8 luglio e si estende anche al metano.

Come si legge, di fatto, nella nota ufficiale diramata da Palazzo Chigi le aliquote di accisa “dei sotto indicati prodotti sono rideterminate nelle seguenti misure: benzina: 478,40 euro per mille litri; oli da gas o gasolio usato come carburante: 367,40 euro per mille litri; gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti: 182,61 euro per mille chilogrammi; gas naturale usato per autotrazione: zero euro per metro cubo”.

Inoltre, sempre nello stesso periodo “l’aliquota IVA applicata al gas naturale usato per autotrazione è stabilita nella misura del 5 per cento”.