Consistenza regionale aspiranti in graduatoria
Consistenza regionale aspiranti in graduatoria

Aggiornamento GPS, nelle ultime ore il Ministero dell’Istruzione ha provveduto alla pubblicazione della tanto attesa ordinanza che regolamenta la procedura di costituzione delle nuove Graduatorie Provinciali per le Supplenze. Le istanze, da parte degli aspiranti supplenti, potranno essere compilate ed inviate a partire dalla giornata di oggi, giovedì 12 maggio 2022: la piattaforma predisposta su Istanze Online dovrebbe essere aperta a partire dalle ore 9.

Aggiornamento GPS, scelta della provincia ‘migliore’: il Ministero dell’Istruzione pubblica la consistenza regionale degli aspiranti in graduatoria

Uno degli aspetti più importanti riguardanti la compilazione della propria domanda di aggiornamento delle GPS è rappresentato dalla scelta della provincia. Molti aspiranti, infatti, si chiedono: ‘Quale provincia potrebbe essere la ‘migliore’ per me?’, ‘Quale scegliere?’.

Il Ministero dell’Istruzione, a tal proposito, ha pubblicato la consistenza regionale degli aspiranti in graduatoria: in questi elenchi è stato riportato il numero di iscritti per ogni classe di concorso in ogni provincia. Tali elenchi vorrebbero rappresentare un valido orientamento per l’aspirante supplente, che dovrà compiere una scelta particolarmente importante visto che riguarderà le sue opportunità lavorative per i prossimi due anni: ricordiamo, infatti, che le nuove Graduatorie Provinciali per le Supplenze saranno valide per il prossimo biennio, 2022/23 e 2023/24.

GUIDA UFFICIALE MINISTERO ISTRUZIONE PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

Un ulteriore consiglio, a questo proposito, è quello di evitare le grandi città come Milano, Roma o Napoli dove, solitamente, il numero degli iscritti, in una determinata classe di concorso, è particolarmente alto.

Consistenza regionale degli aspiranti in graduatoria: elenchi per provincia e classe di concorso

Riportiamo qui di seguito gli elenchi degli aspiranti per provincia e classe di concorso, pubblicati dal Ministero dell’Istruzione: