Aggiornamento GPS scuola supplenze
Aggiornamento GPS scuola supplenze

Aggiornamento GPS per il prossimo biennio 2022/23 e 2023/24, gli aspiranti supplenti sono già impegnati nella compilazione della domanda di aggiornamento relativa alle Graduatorie Provinciali per le Supplenze. La piattaforma su Istanze Online è stata aperta lo scorso 12 maggio: ci sarà tempo sino alle 23:59 del 31 maggio per poter inviare la propria domanda. Uno dei dubbi più frequenti è quello rappresentato dalla procedura di inserimento dei 24 CFU.

Aggiornamento GPS, come vanno inseriti i 24 CFU nella domanda su Istanze Online?

Il Ministero dell’Istruzione, a proposito dell’inserimento dei 24 CFU, ha provveduto a chiarire questo aspetto all’interno di alcune FAQ. La domanda a cui ha risposto il dicastero di Viale Trastevere è la seguente: 

‘So che per accedere alle graduatorie provinciali in qualità di non abilitato sono necessari i 24 CFU, ma nella sezione dei requisiti di accesso non trovo come dichiararli’.

Risposta: ‘Per dichiarare il possesso dei 24 CFU occorre selezionare la voce “possesso dei titoli di cui all’articolo 5, commi 1 o 2, lettera b), del D.lgs 59/17”’.

Inoltre è stata data risposta in merito alla valutazione del servizio prestato senza titolo di accesso.
‘È valutabile il servizio prestato senza il titolo di accesso (ivi compresa la mancanza del titolo di studio comprensivo dei relativi CFU, certificazione tardiva del possesso dei 24 CFU/CFA), qualora all’atto della presentazione della domanda di rinnovo l’aspirante abbia nel frattempo conseguito il requisito richiesto?

Risposta: Sì. Ai sensi della nota 1290/2020 richiamata nella OM 112, il servizio prestato di fatto e non di diritto per mancanza dei requisiti di accesso previsti dalla OM 60/2020 è pienamente valutabile in occasione del rinnovo per il biennio 2022/2024.

Giova ricordare, inoltre, quanto si legge all’articolo 3, comma 9, dell’O.M. N. 112/2022 a proposito dei 24 Crediti Formativi Universitari, ovvero il ‘possesso di 24 CFU/CFA, acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extracurricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche’.