Pubblicazione Graduatorie
Pubblicazione Graduatorie

Dove saranno pubblicate le graduatorie GPS e di Istituto 2022/24? Con la chiusura della finestra per la presentazione delle istanze, si apre per gli aspiranti la fase di attesa. Adesso le domande e i titoli saranno valutati e ognuno potrà visualizzare il proprio punteggio e la propria posizione con la pubblicazione delle graduatorie. Chi si occupa delle valutazioni?

Valutazione delle domande

A partire da questo mese di giugno, è competenza degli Uffici scolastici provinciali procedere con la valutazione dei titoli e servizi dichiarati nelle istanze. Il punteggio che ne deriva, permetterà di assegnare la posizione in graduatoria spettante. Gli USP possono delegare delle scuole polo relativamente a specifiche classi di concorso, in modo da evitare difformità nelle valutazioni.

In questa fase, non si procede ad un controllo dei titoli e delle dichiarazioni nella domanda. L’OM 112, all’articolo 8, è chiara su questo aspetto. Il compito del controllo spetta al dirigente scolastico in un secondo momento.

Dove saranno pubblicate le GPS e le GI

Le GPS, vigenti per il biennio 2022/23 – 2023/24, vengono pubblicate sul sito internet dell’Ufficio scolastico provinciale competente, ossia quello cui è stata indirizzata la domanda presentata entro il 31 maggio.

Naturalmente, chi non doveva aggiornare nulla e non ha presentato alcuna domanda, dovrà controllare l’USP a cui ha inoltrato l’istanza per il biennio precedente (2020/22). Chi invece ha presentato domanda di aggiornamento e trasferimento (cioè chi ha aggiornato i titoli e cambiato provincia) deve controllare il sito dell’UPS della provincia scelta quest’anno per il trasferimento.

Le graduatorie di istituto saranno pubblicate all’Albo di ciascuna istituzione scolastica scelta, ai fini dell’inserimento in graduatoria.

Le GPS e le correlate graduatorie di istituto sono pubblicate in forma definitiva, in quanto non è prevista la pubblicazione di graduatorie provvisorie. Spetta all’aspirante controllare gli avvisi dell’USP di competenza, così da poter beneficiare, se fosse necessario, della finestra di tempo stabilita per la richiesta di correzioni di errori.