Stipendi scuola
Stipendi scuola

Rinnovo contratto scuola, oggi, 7 giugno, si è tenuto il secondo incontro riguardante la trattativa per il rinnovo del CCNL comparto Istruzione e Ricerca 2019-21, un contratto che è giusto sottolinearlo è scaduto da 3 anni e mezzo e che, rispetto agli altri comparti del pubblico impiego, arriverà alla sua definizione tristemente per ultimo, nonostante interessi la più vasta platea dei dipendenti pubblici.

Rinnovo contratto scuola, esito secondo incontro all’Aran: Flc-Cgil auspica una chiusura rapida con maggiori risorse

In una nota informativa diffusa da Flc-Cgil, viene sottolineato questo aspetto, ovvero il fatto che il rinnovo del contratto per il comparto Istruzione e Ricerca arriva per ultimo rispetto agli altri comparti della Pubblica Amministrazione:

‘Da ciò – si legge nella nota diffusa dal sindacato guidato da Francesco Sinopoli – la necessità di un’accelerazione nelle sedute di trattativa anche per giungere in tempi brevi alla drittura di arrivo, ben consapevoli in ogni caso che, dovendosi per la FLC Cgil sottoporre qualsiasi accordo all’approvazione dei lavoratori, non si potrà che concludere a scuole e posti di lavoro in piena attività.

Flc-Cgil vuole sgombrare il campo da ogni equivoco, precisando la loro posizione: ‘Si aprano subito i tavoli sui singoli settori e si chiuda presto il contratto 2019-21 stanziando risorse aggiuntive non rimediate all’ultimo momento.

Per quanto riguarda la scuola rimane aperta la questione salariale dei docenti a cui si aggiunge l’inaccettabile intervento governativo con il decreto legge N. 36 in corso di conversione in legge. Il governo investa in Istruzione e Ricerca e avvicini finalmente i salari del personale italiano agli stipendi dei colleghi europei procedendo tramite atti di indirizzo e non tramite atti fuori dall’ordinamento contrattuale come il D.L. 36/2022′.