Immissioni in ruolo docenti 2022/23
Immissioni in ruolo docenti 2022/23

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha dato l’ok per ciò che riguarda i posti disponibili relativi alle immissioni in ruolo dei docenti per l’anno scolastico 2022/23. Il contingente disponibile e autorizzato, così come confermato dal Ministro Bianchi, è fissato a 65.000 unità.

Si attende l’avviso del MI sulle procedure di Immissioni in ruolo doceti 2022/23

Tutto pronto, dunque, per poter assumere i nuovi docenti con contratto a tempo indeterminato a partire dal 1° settembre 2022. In questi giorni – così come riportato da più fonti giornalistiche – il Ministero dell’Istruzione provvederà ad emanare un decreto ministeriale ad hoc. Al suo interno verrà fissato con esattezza il contingente, ovvero il numero di posti per le immissioni in ruolo del personale docente, ripartito per tutti i gradi di istruzione e riferito all’a.s.2022/23.

Il Ministero dell’Istruzione attiverà tutte le procedure online (su piattaforma Polis) per la presentazione delle domande riservate agli aspiranti docenti che possiedono i requisiti necessari per accedere ai ruoli dello Stato.

Il contingente (65.000 docenti) sarà attinto dalle GaE e dalle GM

I destinatari dell’istanza saranno esclusivamente gli aspiranti docenti collocati nelle posizioni utili delle GaE e delle GM. Gli immessi in ruolo, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 399, comma 1, del D.lgs. 297/94, saranno attinti per il 50% dalle graduatorie ad esaurimento (GaE) e per il restante 50% dalle graduatorie di merito (GM), ovvero dagli elenchi concorsuali.

I docenti in posizione utile rispetto alle due graduatorie di cui sopra, una volta attivata la procedura informatizzata da parte del Mi, potranno esprimere le proprie preferenze rispetto alle classi di concorso di appartenenza e alla provincia prescelta al fine di poter essere assunti in ruolo a partire dall’anno scolastico 2022/23.

La procedura sarà interamente online (POLIS), le fasi successive saranno gestite dagli USR

La procedura sarà totalmente informatizzata (su piattaforma Istanze Online o POLIS). Le ulteriori fasi invece verranno gestite interamente degli USR: questi ultimi, infatti, offriranno agli aspiranti tutte le indicazioni relative alle disponibilità, alle tempistiche e alle convocazioni in relazione alla procedura stessa.

Detto ciò, si rimane in attesa dell’avviso ufficiale del MI che riguarderà il numero del contingente suddiviso per grado di istruzione e l’intera procedura di immissione in ruolo degli aspiranti docenti in posizione utile nelle due rispettive graduatorie.