supplenze convocazioni Gps
supplenze convocazioni Gps

Tra Gps pubblicate colme di errori e disguidi sulla piattaforma Istanze Online, l’espressione delle 150 preferenze ai fini del conseguimento delle supplenze al 30 giugno o al 31 agosto sta proseguendo. Nel frattempo lo sguardo è già rivolto all’attribuzione degli incarichi, e non mancano dubbi da parte degli aspiranti che richiedono chiarimenti.

Tra questi c’è chi si chiede se le convocazioni avverranno in un’unica tranche o su più turni. E se l’istanza delle preferenze andrà reinoltrata. Vediamo di fare chiarezza al riguardo.

Come avverranno le convocazioni

Innanzitutto, se davvero entro il 1 settembre tutte le cattedre dovranno essere coperte, si presume che le convocazioni avvengano nella seconda metà di agosto, poco dopo la chiusura della finestra temporale dedicata all’espressione delle 150 preferenze.

Circa la modalità delle convocazioni, queste non avverranno tramite proposta di supplenza al proprio indirizzo email né telefonicamente come avviene solitamente dalle graduatorie d’istituto. Saranno gli aspiranti a dover monitorare il sito dell’Usp di riferimento, in cui al momento opportuno verrà pubblicato l’elenco dei convocati, che saranno tenuti a presentarsi presso la sede scolastica indicata per la presa di servizio.

Supplenze Gps, non ci sarà un’unica convocazione

Come già accaduto nel biennio precedente le convocazioni dalle Gps non avverranno in un’unica turnazione. Gli Usp, sulla base delle disponibilità, procederanno a più turni. Ricordiamo che già negli ultimi due anni non sono infatti mancati casi di attribuzioni di supplenze da Gps protrattasi anche fino a dicembre, sebbene si auspica che questo non accada anche quest’anno.

In ogni caso l’istanza con l’indicazione delle 150 preferenze sarà solo quella che andrà presentata entro il 16 agosto. Non occorrerà reinviare una nuova istanza con le scelte.