assunzioni
assunzioni

Immissioni in ruolo docenti per l’anno scolastico 2022/23, il 3 agosto scorso si è conclusa la fase ordinaria riguardante le assunzioni per il nuovo anno scolastico: il Ministero dell’Istruzione, comunque, ha previsto ulteriori fasi, durante le quali, sarà ancora possibile procedere ad immissioni in ruolo. Vediamo quali sono e quale ordine verrà seguito.

Immissioni in ruolo 2022/23, le fasi successive alla procedura ordinaria

Una volta completata la fase ordinaria delle immissioni in ruolo docenti, si passerà alle nomine attraverso la cosiddetta ‘call’ veloce‘.

Call veloce

Dal 4 all’8 agosto scorso, infatti, i docenti che non hanno ricevuto alcuna proposta di assunzione a tempo indeterminato per l’anno scolastico 2022/23, per ciascuna graduatoria di provenienza (siano esse GaE e/o Graduatorie di Merito concorsuali), hanno avuto la possibilità di presentare domanda per i posti di una o più province di una sola regione. Secondo il cronoprogramma fissato dal Ministero dell’Istruzione, la procedura riguardante le nomine da ‘call veloce’ dovrà concludersi entro domani, giovedì 11 agosto.

Immissioni in ruolo straordinarie da I fascia GPS sostegno

Al termine della procedura relativa alla ‘chiamata veloce‘, sarà la volta delle immissioni in ruolo straordinarie dalla prima fascia delle GPS sostegno, secondo quanto previsto dal Decreto Legge N. 73/2021, convertito in legge n. 106/2021 (e prorogata dall’articolo 5-ter del DL n. 228/2021, convertito in legge n. 15/2022).

Tale procedura, giova ricordarlo, riguarderà esclusivamente i posti di sostegno residuati dalla ‘call veloce’: verranno assegnati con contratto a tempo determinato al 31 agosto con ottenimento del ruolo nell’anno scolastico successivo, solo dopo aver superato il percorso annuale di formazione e prova e una prova disciplinare.

Per partecipare alle assunzioni straordinarie da prima fascia GPS sostegno, gli aspiranti dovranno presentare domanda nell’ambito della procedura per il conferimento degli incarichi di supplenza (ci sarà tempo, per presentarla, sino al prossimo 16 agosto). 

Concorso straordinario bis

Per quanto riguarda il concorso straordinario bis, i circa 14mila posti sono stati già accantonati secondo quanto indicato dalla Circolare annuale delle supplenze pubblicata nei giorni scorsi dal Ministero dell’Istruzione.

Qui, infatti, si legge quanto segue: ‘Per quanto attiene alla procedura straordinaria di cui all’articolo 59, comma 9 bis, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, come sostituito dall’articolo 5, comma 3 quinquies, del decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228, convertito con modificazioni dalla legge 25 febbraio 2022, n. 15, gli Uffici scolastici regionali procederanno autonomamente a determinare le fasi di convocazione ai fini dell’assegnazione agli aspiranti della provincia e della sede, utilizzando il sistema informativo (cosiddetto INR), dopo aver concluso la procedura di cui all’articolo 1, commi da 17 a 17 septies, del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126 (cosiddetta call veloce)’.

Concorso ordinario 

Anche in questo caso, i posti sono stati accantonati: per le graduatorie che verranno pubblicate entro il prossimo 31 agosto, sarà possibile procedere all’attribuzione delle nomine. Il Ministero dovrà fornire ulteriori indicazioni in merito.