Ricostruzione carriera

Dopo il primo anno di ruolo, i docenti e gli ATA possono presentare la domanda di ricostruzione carriera. Attraverso questa domanda è possibile ottenere il riconoscimento degli anni di servizio di pre-ruolo, di servizio svolto in altro ruolo e del servizio militare di leva. Lo scopo è poter incrementare il proprio stipendio grazie agli scatti di anzianità. La procedura non è automatica, ma occorre inoltrare domanda tramite Istanze Online. Qual è la tempistica prevista?  

Ricostruzione carriera: tempistica

La legge n. 107/2015 stabilisce che l’istanza si presenta dal 1° settembre al 31 dicembre di ogni anno scolastico. Una volta ricevuta l’istanza, entro il 28 Febbraio dell’anno successivo la scuola svolgerà le verifiche delle dichiarazioni. Per la verifica, sarà necessario aver presentato la dichiarazione dei servizi.

La segreteria scolastica deve produrre il relativo decreto e trasmetterlo alla Ragioneria generale: con il buon esito della richiesta, si riconoscerà il servizio di ruolo e pre-ruolo e si ridefinirà la posizione stipendiale.

Domanda di ricostruzione carriera: come farla

La domanda per la ricostruzione carriera 2022 si presenta alla scuola di titolarità attraverso il servizio dedicato su Istanze Online. Dopo aver effettuato l’accesso con SPID su Istanze Online, scorrendo la pagina, si trova la sezione “Richiesta ricostruzione carriera” e “Dichiarazione servizi”.

Il personale di ruolo, attraverso questa istanza, richiede il riconoscimento del servizio pre-ruolo ma ricordiamo che il Ministero ne riconosce solo una parte. Infatti, accredita interamente solo per i primi 4 anni, e per gli anni successivi lo calcola per due terzi. Ciò significa che chi ha 15 anni di servizio pre-ruolo, perderà 3 anni e 7 mesi nel calcolo adottato dal Ministero. Tale periodo può essere recuperato successivamente con il riallineamento della carriera.

I tribunali, però, sono concordi nel dire che gli anni spettano per intero anche nella ricostruzione carriera.